Smascherata giovane scrittrice tedesca. “Ho copiato, e allora?”

Il piccolo “genio” della letteratura  pubblica il suo primo romanzo che brucia i record di vendite, ma si scopre che è stato scritto con un mero copia-incolla da Internet

di Chantal Cresta

Helen Hegemann

Che guaio per Helen Hegemann, giovane promessa tedesca della letteratura pop, ora accusata di plagio. L’autrice a soli 17 anni era volata al vertice delle classifiche dei libri più venduti con il suo primo romanzo, Axolotl Roadkill: una storia di ragazzi disagiati, privi di speranza che vivono in un oggi senza domani dove l’unica cosa che conta è droga, violenza, sesso e sregolatezza.

Un libro crudo e crudele che per la schiettezza e la sincerità di alcuni tratti dell’adolescenza giovanile tedesca è stato venduto nel giro di una settimana e ha raccolto il benestare della critica, la quale ha visto nella sua autrice un futuro talento della cultura letteraria.

Tutto bene, dunque, se non fosse che qualche giorno fa si è scoperto che Helen ha scritto il suo Axolotl Roadkill copiandolo quasi interamente da Internet, attingendo a piene mani da un altro romanzo. Con un semplice copia-incolla, infatti, l’autrice avrebbe trascritto intere parti del libro Strobo, pubblicato, lo scorso anno, da un blogger berlinese noto con lo pseudonimo di Airen.

A fare la rivelazione è  stato un altro blogger Deef Pirmasen, che sempre grazie al motore di ricerca si sarebbe accorto delle stupefacenti analogie tra i due testi e si è affrettato a rendere nota la notizia al popolo della Rete. Grande l’imbarazzo della casa editrice Ullstein che ha stampato Axolotl Roadkill. Essa non ha potuto che prendere le distanze dalla sua pupilla sostenendo di aver chiesto ad Helen, prima della pubblicazione, se avesse citato delle fonti per il suo romanzo ed essersi sentita rispondere che l’unica citazione era di David Foster Wallace. Altrettanto grande è stata l’irritazione del blogger Airen e del suo editore Frank Maleu i quali, però, hanno già dichiarato di essere disposti a dimenticare l’episodio con un adeguato indennizzo economico.

Insomma, chi di Web ferisce di Web perisce, ma la giovanissima Helen non sembra aver patito il colpo e senza scomporsi ha dichiarato: “ Credo che il mio comportamento e il mio modo di lavorare sia stato del tutto legittimo non mi faccio rimproveri, ciò può dipendere anche dall’ambiente dal quale provengo e nel quale si cerca l’ispirazione un po’ dappertutto, aggiungendo successivamente: “L’originalità non esiste, c’è solo l’autenticità”. Una tesi, quest’ultima, che ha raccolto il consenso del settimanale tedesco Spiegel, il quale ha sostenuto: “Helen Hegemann ha copiato, e allora? … Altri lo hanno fatto prima di lei”, riferendosi ai celebri casi di plagio operati da personaggi quali Goethe e Bertolt Brecht. Il primo si era impossessato di alcuni versi di Lord Byron, il secondo aveva spacciato per propria una poesia di François Villon.

Ora, quella di Helen è una storia poco edificante ma che lascia spazio ad alcune considerazioni. Tralasciando il solito e un po’ noioso problema del diritto d’autore violato dal Web, la giovane ex autrice di best seller ha messo in luce un particolare importante del mondo dell’arte che è stato reso macroscopico dall’introduzione di Internet nell’ambito della cultura tout court: cosa è originale e cosa è autentico?

writing block 1Si potrebbe sostenere che l’autenticità sia l’espressione del proprio genuino e personale “sé”. L’esternazione della propria natura più vera secondo le regole e le modalità nelle quali essa si è costituita e sviluppata. In questo Helen ha ragione: essa è autenticamente figlia del proprio tempo, per nulla (o quasi) restia ad ammetterlo, se messa con le spalle al muro. La ragazza è pronta – proprio perché così è fatta – a deresponsabilizzarsi da qualunque atto, attribuendone la causa ad un certo modo di vivere, di pensare ed agire tipico della generazione multimediale alla quale appartiene.

L’originalità, invece, è quel tratto distintivo con il quale una autentica personalità si può dire creativa. Essa è espressione non solo di un certo modo di essere, ma di esistere ed è capace di osservare il mondo con occhi in grado di offrire nuove interpretazioni e prospettive ancora inesplorate. Un artista, che usi o meno il Web per ispirarsi, fa questo: crea ciò che prima non c’era, rielaborando intimamente ciò che già c’è e, così facendo, genera il nuovo. Senza originalità vi è solo la ripetizione o l’imitazione di “sé”, una cosa che tutti noi – in modo più o meno autentico – possiamo fare.

Diceva bene John Stuard Mill, filosofo ed economista inglese: “ L’originalità è l’unica cosa di cui coloro che originali non sono non possono comprendere l’utilità. Non vedono a che cosa gli serva: e come potrebbero? Se lo potessero, non si tratterebbe più di originalità”.

L’errore di Helen è di presumere che l’originalità – humus vitale dell’atto artistico – non esista, solo perché lei non ne è provvista. Una grave presunzione che la ragazza ha già cominciato a pagare.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

2 Risponde a Smascherata giovane scrittrice tedesca. “Ho copiato, e allora?”

  1. avatar
    Laura Dabbene 11/02/2010 a 17:14

    Bhe sulla correttezza del comportamento dell’autrice c’è da discutere, ma anche io penso che sia legittimo viste le regole/non-regole del web..chi invece è stato un perfetto idiota è l’editor della casa tedesca…ma ti pare che ci si limiti a chiedere alla scrittrice se ha delle fonti da dichiarare fidandosi della risposta senza fare dei controlli!

    Rispondi
  2. avatar
    Chantal Cresta 11/02/2010 a 18:38

    Può darsi che sia legale, viste le “regole/ non-regole” del Web. Legittimo, non credo. Forse lo sarebbe se questioni come l’onestà intellettuale e il rispetto per il proprio lavoro non fossero cose più che importanti. Un certo senso di pudore, senza il quale ognuno potrebbe sentirsi autorizzato a fare ciò che crede, come e quando vuole, come Helen.
    Per quanto rigaurda l’editor, hai ragione: incredibile!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews