Hai bisogno di dimagrire? Col cavolo!

La dieta del cavolo non è certo invenzione nuova ma risalente ai tempi dell’antica Roma di Catone che nel suo De agri cultura già elogiava questo prezioso ortaggio considerandolo addirittura il viagra di quei tempi, forse non a torto, visto il detto che i bambini nascono sotto i cavoli. Un consiglio per i maschietti e un motivo in più per portarlo sulle nostre tavole. Nel 1984 anche la Fao, Food and Agricultural Organization delle Nazioni Unite lo ha elogiato come uno degli alimenti più importanti da inserire nella dieta, in quanto ricco di vitamina A, vitamina C, fosforo, ferro, calcio, potassio e acido folico, importantissimo nella prevenzione delle malformazioni che si possono sviluppare allo stadio embrionale.

Esistono svariate tipologie di crocifere (nome scientifico della famiglia dei cavoli), tra cui le più conosciute sono cavolfiore, broccoli, verze, cavolo cappuccio, cavolini di Bruxelles,  rapa, cavolo nero, cavolo cinese. Si trovano freschi da ottobre a maggio ma è possibile acquistarli anche surgelati in quanto le caratteristiche nutrizionali restano inalterate. Perché portarli spesso e volentieri a tavola? Essendo composti dal 90% di acqua hanno pochissime calorie e aiutano la diuresi. Contengono antiossidanti, aiutando quindi a rimanere giovani e in forma, e fibre, saziano,  apportando pochissime calorie. Possono essere cucinati in molti modi, e probabilmente le persone poco amanti delle verdure li preferiranno come crauti anche se il modo più semplice e salutare per mangiarli è quello di condirli con olio d’oliva extravergine, in quanto si tratta di un connubio che contribuisce a ridurre notevolmente il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari.

Il contenuto di vitamina C, A e antiossidanti aiutano a rallentare e a ridurre i segni dell’invecchiamento, essendo inoltre poco caloriche è possibile saziarsi mangiando crocifere e così riuscire a dimagrire depurandosi. Non da ultimo sono considerate utili nella prevenzione dei tumori, in particolare i tumori dell’apparato digerente e dell’intestino, contenendo infatti moltissime fibre combattono la stitichezza e aiutano la mobilità intestinale. E’ più frequente trovare sulle nostre tavole cavolfiori e broccoli,  diventati ormai un must nella prevenzione di numerosi disturbi, in particolare i broccoli vengono ritenuti utilissimi anche in presenza di gastriti e ulcere, e di problemi alla tiroide, mentre il sulforafano e gli isotiacianati in essi contenuti si sono rivelate sostanze molto utili nella prevenzione dei tumori all’intestino, ai polmoni e al seno. Non solo dieta ma anche e soprattutto salute e benessere, impariamo dunque ad aumentare le quantità di cavoli che mangiamo ogni settimana, magari non a merenda!

Claudia Vallini

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews