Grande successo a Roma per “Cinecittà si mostra”, a breve un museo permanente

ROMA – Ebbene si, la Hollywood sul Tevere, la fabbrica di sogni di Federico Fellini, Sergio Leone e Roberto Benigni, che ha aperto i battenti al pubblico con Cinecittà si mostra nell’aprile scorso, diventerà a breve un museo permanente.

Negli studios italiani nati in via Tuscolana 1055 nel 1937 con Mussolini e privatizzati tredici anni fa, si potrà quindi ancora passeggiare lungo il viale della vecchia Broadway di Gangs of New York di Martin Scorsese o curiosare nella Firenze rinascimentale del prequel di Amici miei.

La monumentale esposizione, visitabile fino ad oggi, racconta non solo il backstage dei più bei film prodotti in loco, ma spiega anche il processo creativo e produttivo che sta dietro ad essi. E rappresenta un’anticipazione di un più ampio progetto che prevede la realizzazione nei prossimi anni di un “Museo del Cinema” che avrà sede permanente negli Studios.

Si parte dai copioni, le parole scritte che si trasformeranno in immagini, per passare a due sale dedicate a costumi indimenticabili: il vestito bianco di Silvana Mangano in Morte a Venezia di Luchino Visconti, i lustrini di Monica Vitti in Polvere di Stelle di Alberto Sordi, il collare di Maria Callas in Medea di Pier Paolo Pasolini.

E si passa poi alla scenografia con plastici e bozzetti, alla postproduzione con una video-installazione in cui sono spiegate le varie fasi del montaggio e, per finire, alle opere stesse, con una selezione delle pellicole più belle girate a Cinecittà.

Ma ci sono anche i provini di molte future star di casa nostra, i ritratti dei personaggi più importanti, uno spazio dedicato alla storia degli studios e Cinebimbi, un laboratorio creativo dedicato ai più piccoli.

La mostra, che ha riscosso un grande successo tra i visitatori accorsi un po’ da tutto lo Stivale e che ha visto per la prima volta aperti al pubblico gli studios proprio in occasione dei 150 anni dell’unità d’Italia, ripercorre quindi la storia di questo luogo magico: le scene, i costumi, i set, i personaggi – attori, registi, produttori – che sono passati in quella che è stata definita la “Fabbrica dei sogni”.

Cinecittà è infatti da sempre il luogo dove autori e professionisti hanno la possibilità di realizzare il proprio sogno, grazie all’esperienza e alla professionalità delle persone che lavorano “dietro le quinte” e che con il loro talento contribuiscono alla creazione di un film.

A queste persone, che hanno reso grandi i nostri Studios e l’Italia, va un così ben fatto omaggio che lancia un ponte verso il futuro.

Natalia Radicchio

Foto| via http://shop.ticketone.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews