GP Giappone: anteprima e orari del weekend di Formula 1

Una delle curve più veloci è sicuramente la 130R da affrontare a circa 310 km/h

Suzuka (Giappone) – Dopo una settimana suggellata da notizie di mercato piloti che non ci si aspettava, il Circus prosegue la trasferta asiatica e per la precisione si trova a Suzuka, dove domenica si correrà il GP del Giappone, quindicesimo appuntamento stagionale e prima delle ultime sei gare dell’anno, tra Asia e America, che decideranno il campione del mondo piloti del 2012. Se il Gran Premio di Singapore, unica gara in notturna voluta da Ecclestone per permettere al pubblico del vecchio continente di seguire la corsa nel primo pomeriggio della domenica, ha visto la vittoria di Sebastian Vettel, il paddock di Suzuka è stato scosso, prima dal passaggio di Lewis Hamilton in Mercedes e Sergio Perez in McLaren e nella mattinata di oggi, dall’annuncio a fine stagione del ritiro di Michael Schumacher che appenderà definitivamente il casco al chiodo per la seconda volta, dopo quello del 2006 quando correva per la Ferrari.

Il circuito - Il tracciato di Suzuka nasce nei pressi di Nohoya ed è situato all’interno del grande parco giochi di proprietà della Honda. È una delle piste maggiormente amata dai piloti per l’alto livello tecnico del tracciato che ricalca la figura del numero 8 con un sottopasso e relativo cavalcavia. La pista misura 5,807 chilometri per un totale di 18 curve, da disputare per 53 giri e dove i piloti saranno costretti a tenere la farfalla aperta per il 67% totale della percorrenza, caratteristica che porterà tecnici e ingegneri a scegliere un carico aerodinamico medio-alto. Se il vero punto critico per i pneumatici è rappresentato dalla Spoon Curve a causa dell’alta forza G che piloti, vetture e coperture devono sopportare, una delle curve più veloci è sicuramente la 130R da affrontare a circa 310 km/h e dove, nel 2005, Alonso scavalcò proprio Schumacher con un eccezionale sorpasso all’esterno in piena velocità.

I pneumatici Pirelli –Per l’appuntamento di Suzuka il gommista milanese ha scelto di portare le PZero Silver Hard (dure) e le PZero Yellow Soft (morbide), le più performanti per le caratteristiche del tracciato nipponico. Ogni squadra riceve sei set della mescola più dura e cinque set della mescola più morbida, che possono essere utilizzati in qualsiasi momento dalle prove libere, delle qualifiche e della gara senza dimenticare che la Pirelli porta anche il suo pneumatico intermedio Cinturato Green per le condizioni di pista umida (quattro set per monoposto) e il Cinturato Blue per pioggia estrema (tre set per monoposto), anche se in questo fine settimana non sono previste precipitazioni.

Nel 2011 Jenson Button vinse il Gran Premio di Formula 1

Il programma del weekend – Come ogni anno, la copertura televisiva sarà gestita da RaiSport che si occuperà della trasmissione di qualifiche e gara, mentre per le prove libere i tifosi dovranno arrangiarsi alla ricerca di qualche canale di livestreaming sul web. Questo il programma del Gran Premio del Giappone 2012 (ora italiana).

Venerdì 5 ottobre
Prove libere 1: 03:00 – 04:30 (streaming su Internet)
Prove libere 2: 07:30 – 08:30 (streaming su Internet)

Sabato 6 ottobre
Prove libere 3: 04:00 – 05:00 (streaming su Internet)
Qualifiche: 07:00 (diretta Rai Due e Rai HD)

Domenica 7 ottobre
Gara: 08:00 (diretta Rai Uno e Rai HD)

Eleonora Ottonello

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews