Golden Globe: successo di Boyhood, La teoria del tutto e Birdman

golden globe

La stagione dei premi è ufficialmente cominciata con l’assegnazione dei Golden Globe. Boyhood si porta a casa tre premi (miglior film drammatico, miglior regia, miglior attrice non protagonista). La teoria del tutto si è aggiudicata due premi (miglior attore drammatico, miglior colonna sonora) così come Birdman (miglior attore in una commedia o musical, miglior sceneggiatura). Grand Budapest Hotel vince il Golden Globe per miglior commedia o musical, Still Alice il premio per la miglior attrice drammatica, Big Eyes il premio per miglior attrice in una commedia o in un musical. La pellicola russa Leviathan ha vinto il Golden Globe per il miglior film straniero. La serie tv The Affair ha vinto il premio per la miglior serie drammatica e la miglior attrice in una serie drammatica. Kevin Spacey, alias Francis Underwood, ha vinto il premio per il miglior attore in una serie drammatica.

CERIMONIA - La cerimonia della settantaduesima edizione dei Golden Globe si è svolta al Beverly Hilton Hotel situato a Beverly Hills, nello stato della California. A presentare l’evento ci hanno pensato l’attrice, autrice televisiva e comica Tina Fey e l’attrice Amy Poehler.

MIGLIOR FILM DRAMMATICO - Le pellicole candidate al premio per il miglior film drammatico erano Boyhood, Foxcatcher, The Imitation Game, Selma – La strada per la libertà e La teoria del tutto. Boyhood ha fatto parlare molto di sé per una sua particolarità: è un film la cui lavorazione è durante ben undici anni, precisamente dal 2002 al 2013. Il film, infatti, narra la crescita di Mason e del complicato rapportato con i genitori divorziati. La teoria del tutto, che presto uscirà nelle sale italiane, è l’adattamento della biografia scritta dalla ex moglie di uno dei fisici più famosi della storia: Stephen Hawking. Foxcatcher narra la storia di David Schultz, campione olimpico di lotta libera ucciso dal suo allenatore ed amico. Selma racconta l’inizio della lotta peri diritti civili negli Stati Uniti mentre The Imitation Game racconta la vita del matematico Alan Turing.

SERIE TV E REGISTI - Candidati a vincere il Golden Globe per il miglior regista erano Ava DuVernay (Selma), Richard Linklater (Boyhood), Wes Anderson (Grand Budapest Hotel), Alejandro González Iñárritu (Birdman) e David Fincher (L’amore bugiardo – Gone Girl). Per quello che riguarda i premi del Golden Globe per la televisione, i candidati alla miglior serie drammatica erano The Affair, Downton Abbey, Il Trono di Spade, The Good Wife ed House of Cards, il telefilm basato sui romanzi di Michael Dobbs con protagonista Kevin Spacey. Proprio il noto attore protagonista di Seven, American Beauty e 21 era candidato per il Golden Globe al miglior attore in una serie drammatica insieme a Clive Owen, Liev Schreiber, James Spader e Dominic West.

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

foto: inoltreilblog.wordpress.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews