In Giappone arriva il taxi senza tassista

Sulle strade del Giappone arriva il taxi senza tassista, un progetto ideato dalla Robot Taxi Inc. Al via i primi test già nel prossimo 2016

Il Robot Taxi: in Giappone  dal 2016 (veb.it)

Il Robot Taxi: in Giappone dal 2016 (veb.it)

Il Giappone dice addio ai tassisti. Le strade nipponiche si mostrano pronte ad accogliere il self driving taxi: il servizio taxi che rinuncia alla presenza di un conducente in carne ed ossa.  Il progetto, nato dalla collaborazione tra il governo giapponese, la prefettura di Kanagawa (a sud di Tokyo) e la Robot Taxi Inc., darà avvio alle prime sperimentazioni già nell’imminente 2016.

SELF DRIVING TAXI: I PRIMI TEST – A bordo dei nuovi taxi giapponesi, non ci saranno tassisti: solo il passeggero accompagnato da un tecnico, il cui compito sarà quello di supervisionare il corretto funzionamento dell’auto studiata per guidarsi in completa autonomia. Mancano pochi mesi ormai al formale collaudo di questi innovativi e tecnologici taxi; allo scattare del nuovo anno, infatti, la Robot Taxi Inc. svolgerà i primi test su percorsi semplici, concepiti per effettuare spostamenti brevi – non superiori ai tre chilometri – e sapientemente calcolati. I fortunati passeggeri – ben 50 candidati -  sono stati selezionati fra le persone comuni, in particolar modo tra coloro che vivono in zone scarsamente fornite di trasporti pubblici. L’obiettivo che la grande azienda asiatica intende raggiungere è quello di riuscire a disporre, entro il 2020, di un servizio completamente operativo, in tempo per il Summer Olympics che si terrà nella città di Tokyo.

TAXI SENZA TASSISTA: I VANTAGGI – La funzionalità di un veicolo completamente automatizzato è senz’altro sbalorditiva. Essa potrà rivelarsi un efficace mezzo di indipendenza ed autosufficienza, soprattutto per coloro che non dispongono dei mezzi fisici o economici per mettersi al volante. Sono le persone anziane, quindi, i primi destinatari di questa originale rivoluzione che investe il campo dei trasporti. Non è un caso, infatti, che il Giappone sia proprio uno dei paesi che conta il maggior numero di cittadini della terza età.

QUALCUNO CI AVEVA GIA’ PROVATO, QUALCHE ALTRO CI PROVERA’  - Quello della Robot Taxi Inc, non è comunque il primo caso di self driving car. Già Google, a luglio, pensò bene di mettere sulle strade di Mountain View, in Texas, alcuni prototipi di automobili senza conducente, ma sfortunatamente l’esito non si è dimostrato all’altezza delle aspettative. Alcune recenti indiscrezioni, inoltre, parlano di un possibile contrattacco della Apple, che in nome della sua innata indole avanguardista, sta pensando di aprire il sipario su una sfavillante Apple Car.

Antonietta Mente

@AntoMente

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews