Giannino pronto al passo indietro

giannino

Oscar Giannino (foto via: investireoggi.it)

A pochi giorni dalle elezioni politiche, il leader di Fare per fermare il declino, il giornalista economico Oscar Giannino, prospetta l’ipotesi di un passo indietro. Sullo sfondo, la decisione dell’economista Luigi Zingales, uno dei promotori della sua lista, di dimettersi dopo la scoperta che Giannino non ha frequentato – come risultava dal suo cv – un master alla Booth University di Chicago, la prestigiosa università dove insegna lo stesso Zingales.

«Abbiamo convocato la direzione nazionale domani, per valutare ulteriormente questa vicenda che é di ostacolo al nostro volo e che é fonte per me di grande amarezza», ha affermato Giannino. «Questa grave, cattiva interpretazione delle mie parole ha provocato l’addio di Zingales. Io spero che ci ripensi, anche se le mie scuse finora non hanno sortito effetti. La direzione potrebbe chiedere anche dei passi indietro e, se questa fosse la risoluzione della direzione, io la farei mia», ha aggiunto Giannino. Il giornalista economico ha ammesso: «È un grave incidente, a quattro giorni dalle elezioni».

«Chiedo scusa ai nostri elettori. Il mio è stato un errore gravissimo – ha affermato -. Chiedo scusa a tutti. La linea di chiarezza che vogliamo portare avanti è netta e mi sono assunto tutte le responsabilità». Giannino ha spiegato di aver frequentato a Chicago negli anni ’90 delle lezioni di inglese tecnico-economico con un insegnante privato: «Mi sono state attribuite online lauree e master a Chicago e il mio gravissimo errore è stato non essermene accorto. La discussione su questi titoli su Wikipedia andava avanti da tempo, ma io non uso Wikipedia e non me ne ero accorto. L’equivoco è nato perché io sono stato più volte a Chicago e perché la mia scuola economica di riferimento è quella. Anche il curriculum sbagliato sul sito dell’istituto Bruno Leoni è dovuto ad un giovane stagista che ha preso e messo dentro quanto trovato su Wikipedia».

Quanto all’uscita di Zingales dal partito, Giannino ha commentato: «non faccio illazioni. Non so perché ha detto questa cosa a quattro giorni dalle elezioni, spero che ci ripensi. La cosa che mi fa stare peggio è la sofferenza e l’amarezza che ho provocato nella comunità dei nostri sostenitori. Se la mia credibilità totale offusca quella di Fare, la mia credibilità si separa da Fare. Sono disposto a sparire nel nulla». La vicenda, secondo Giannino, «è una testimonianza importante. Se cominciamo da casa nostra a fare chiarezza a quattro giorni dal voto, vuol dire che non ci fermeremo davanti a niente».

Alberto Staiz

Foto homepage: thefrontpage.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews