Genova: firmata bozza accordo. Si attende firma lavoratori trasporti

Genova: dopo cinque giorni di protesta, stanotte è stata siglata una bozza d'accordi. Si attende stamattina la firma degli autotranvieri

I lavoratori AMT protestano contro la privatizzazione del trasporto pubblico

I lavoratori AMT protestano contro la privatizzazione del trasporto pubblico

Genova – È stata siglata stanotte una bozza d’accordo che potrebbe porre fine allo sciopero dei mezzi pubblici di Genova, iniziato da ben cinque giorni per evitare la privatizzazione dell’azienda. L’incontro tra le istituzioni e i sindacati avvenuto stanotte, avrebbe portato alla stesura di un documento che permetterebbe ai lavoratori del trasporto pubblico genovese di riprendere il lavoro questo pomeriggio, mettendo fine allo sciopero che va avanti dallo scorso lunedì. La bozza d’accordo dovrà essere votata dai lavoratori questa mattina: se approvata, i bus ricomincerebbero a circolare dal pomeriggio.

IL SINDACO – Alle 12.30 di questa mattina è prevista una conferenza stampa da parte del sindaco di Genova Marco Doria che, nei giorni scorsi, ha più volte ribadito la volontà del Comune di non privatizzare l’AMT (Azienda Municipale Trasporti) e di trovare delle valide soluzioni durante le trattative con i sindacati: «L’azienda non può fallire, abbiamo il dovere di salvarla. Sono sempre stato coerente con le mie idee e per questo dobbiamo salvare i beni pubblici». Perché l’azienda genovese del trasporto pubblico non fallisca, servono otto milioni di euro che il sindaco si dice intenzionato a trovare ma, afferma, «nessuno può chiamarsi fuori».

I POLITICI – Beppe Grillo, leader del M5S, questa settimana è sceso in piazza con i lavoratori AMT anche se questi, come afferma il sindacalista Andrea Gatto, hanno voluto evitare «strumentalizzazioni e passerelle». Comunque, Grillo si è detto lontano da queste manovre e ha spiegato che se ha sfilato con loro, lo ha fatto perché si tratta di una protesta giusta. Intanto, anche Pierluigi Bersani ha voluto dire la sua riguardo allo sciopero dei lavoratori AMT: «Non mettiamo dell’ideologia in questa discussione. Piuttosto cerchiamo di capire come un’azienda possa dare lavoro e stare in piedi, pubblica o privata che sia».

Tuttavia, nonostante i rappresentanti delle istituzioni si dicano a favore della salvezza dell’AMT genovese, un dubbio resta ancora: perché i telegiornali non ne hanno parlato? Sarà perché una protesta del genere non si vedeva da anni. Cioè, gli scioperi dei mezzi pubblici avvengono ormai con cadenza quasi regolare, ma ci sono le cosiddette ‘fasce orarie garantite’ che rendono di per sé inutile la protesta. Potrebbe anche essere che le istituzioni temano che quella dei lavoratori genovesi non rimanga una protesta isolata. E allora…

Mariangela Campo

Foto: www.it.wikipedia.org; www.faisa-cisal.org

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews