VIDEO – Freedom Tower-Empire State Building: 2 a 1

Rendering della Freedom Tower (a sinistra)

NEW YORK – Chi alla domanda “Qual è l’edificio più alto di New York?” risponde ancora fieramente “L’Empire State Building” è tenuto assolutamente ad aggiornarsi. Da pochissimi giorni, infatti, la Freedom Tower (Torre della Libertà), si aggiudica il primato di costruzione più alta della Grande Mela.

Nella notte tra il 30 aprile e il 1 maggio 2012, la zona del World Trade Center, dopo oltre dieci anni dai terribili attentati dell’11 settembre 2001, ha riconquistato il suo primato nei cieli di Manhattan: dal 1973 infatti, erano le Torri Gemelle a portare trionfalmente questo titolo, prima di lasciare spazio all’agghiacciante Ground Zero.

Una volta ultimata, la Freedom Tower, che cresce al ritmo di 3 metri alla settimana, raggiungerà quota 541 metri, con 104 piani, e si consacrerà addirittura come l’edificio più alto di tutto il Nordamerica, superando anche la Willis Tower (ex Sears Tower) di Chicago, che al momento detiene questo primato.

Attualmente, con la prima colonna del centesimo piano, il grattacielo che si appresta a divenire nuovo simbolo di New York ha raggiunto un’altezza di circa 454 metri, sette in più rispetto all’Empire. Le altre costruzioni che svettano sull’isola posta tra l’East River e l’Hudson, la Bank of America Tower e il Chrysler Building, erano state già superate da tempo.

Ma è anche un altro il record raggiunto dalla Freedom Tower, che si appresta a diventare anche l’edificio più costoso della storia: la spesa necessaria per la sua costruzione, inizialmente stimata tra due e tre miliardi di dollari, ha recentemente superato i 2,8 miliardi di dollari. I lavori, che dovrebbero concludersi nel 2014, dovrebbero costare circa 4 miliardi di dollari.

Sarà oltretutto l’edificio più sicuro al mondo. Le strutture di acciaio delle Twin Tower si fusero per il calore dell’incendio; la Freedom Tower sarebbe invece a prova di attentato terroristico. La nuova torre richiama, e non solo nel nome, la Statua della Libertà che domina l’estuario dell’Hudson proprio davanti a Manhattan. Si tratta di una struttura affusolata, leggermente ruotata attorno al proprio asse, sormontata da una guglia che arriva fino a 541 metri di altezza, 1.776 piedi in omaggio all’anno della dichiarazione di Indipendenza. L’enorme fuso che svetta in cielo ricorda il braccio della statua della Libertà con la torcia in mano.

Il progetto rimane il frutto di un faticoso compromesso tra l’architetto David Libeskind, che aveva firmato il disegno originario, e di David Child, imposto dall’imprenditore Larry Silverstein, proprietario dell’area. Il risultato si deve alla “collaborazione di due brillanti architetti che hanno capito che non è solo un edificio, ma un simbolo di New York e dell’America”, aveva commentato l’ex governatore di New York, George Pataki, nell’affollata conferenza stampa in cui venne presentato il progetto rivisto e corretto. “La costruiremo per dimostrate al mondo che la libertà trionfa sempre sul terrore”, ha sottolineato, “e che affronteremo il ventunesimo secolo e oltre con fiducia”.

La Freedom Tower in costruzione nell'agosto 2011

Child ha spiegato che il team di architetti che hanno lavorato con lui e Libeskind hanno avuto come principi ispiratori la semplicità e la purezza, a simboleggiare “la resistenza e lo spirito” della democrazia americana. La torre sarà ovviamente anche un monumento alle 2.752 persone morte nell’attacco contro il World Trade Center l’undici settembre 2001.

Alla torre sono state legate infatti diverse ricorrenze e simbologie: come dicevamo, in primis il richiamo alla festa dell’Indipendenza americana, strutturando la torre su 1776 piedi di altezza. Il remind alla medesima ricorrenza è alla base strutturale della costruzione: la prima pietra della Freedom Tower, chiamata poi dall’Autorità Portuale One World Trade Center, è stata posata in una cerimonia solenne proprio il 4 luglio (del 2004 però). La costruzione della torre è rimasta in fase di stallo fino al 2006, e la pietra venne quindi rimossa temporaneamente. Il progetto riprese solo dopo che vennero risolti i conflitti tra lo sviluppatore Larry Silverstein e l’Autorità Portuale riguardo al versamento del denaro per il progetto: il 18 novembre 2006, 400 metri cubi di calcestruzzo vennero versati sulle fondamenta del One World Trade Center, portato da ben 40 camion. Il 17 dicembre 2006, in una cerimonia svoltasi a Battery Park City, il pubblico è stato invitato a firmare un trave in acciaio alta 9,1 metri: questa trave, la prima ad essere installata, è stata saldata sulla base della costruzione il 19 dicembre 2006.

L’11 settembre 2011, dieci anni dopo la distruzione dell’originale World Trade Center, l’acciaio della torre ha raggiunto l’82º piano, mentre il pavimento il 72°, e il rivestimento in vetro ha raggiunto il 56° piano. Il 30 settembre 2011, l’acciaio della torre ha raggiunto all’84 ° piano, arrivando all’ altezza di 320 m sopra il livello stradale, il rivestimento con i pannelli di vetro il 59° e la pavimentazione in calcestruzzo ha raggiunto il 76°. A questo punto, la torre incompleta diventa chiaramente visibile nello skyline, superando le torri circostanti. Entro la fine di ottobre 2011, la torre è diventata il terzo edificio più alto di New York, superando il Chrysler Building e il New York Times Building.

Durante la costruzione la torre è stata illuminata con colori speciali in diverse occasioni. Il 10 settembre 2011 con i colori della bandiera americana per commemorare il 10° anniversario degli attacchi terroristici dell’11 settembre. Il 27 ottobre in rosa, in onore del mese per la prevenzione del cancro al seno e l’11 dicembre, l’Autorità Portuale ha illuminato la torre con luci multicolori per celebrare le vacanze invernali.

La struttura dell’edificio doveva essere completata per la fine di aprile 2012, ma a causa dei problemi climatici essa sarà completata con tre mesi di ritardo, probabilmente nel mese di luglio. Ci vorranno altri tre mesi per completare la pavimentazione in cemento e nel settembre 2012 inizierà la costruzione della guglia in acciaio alta 124 m, che potrà durare 6 mesi, e sarà quindi completata entro marzo 2013. In seguito inizieranno i lavori per il rivestimento della base della torre, della piazza che circonda l’edificio e dell’interno del palazzo, per almeno altri 6 mesi. Per l’autunno 2013, stando larghi con l’apertura del 2014, i lavori dovrebbero essere conclusi.

Per l’edificio che sarà il più alto, il più costoso e il più sentito d’America.

Benedetta Rutigliano

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews