Fotogallery – Francesco, Papa vicino agli ultimi. A Cagliari abbraccia la folla

Papa Francesco

Un momento della celebrazione della Santa Messa nella Basilica di Bonaria

Cagliari – Fin dal giorno della sua elezione Papa Francesco ha mostrato al mondo che da quel momento in poi, l’approccio della Chiesa nei confronti della società sarebbe stato diverso. Quel Papa venuto da lontano, così come egli stesso si è definito, aveva fatto intendere a tutti che le cose sarebbero cambiate. Niente distacco con la gente comune, tipico di chi lo aveva preceduto, quanto piuttosto uno spirito d’iniziativa quasi indomabile e la tendenza a farsi coinvolgere nelle vicende di tutti, soprattutto dei più deboli e degli ultimi. Colui che al bacio all’anello papale ha preferito il più semplice dei gesti: l’abbraccio.

Con le sue parole, Papa Bergoglio riesce infatti ad arrivare dritto al cuore di chi lo ascolta, qualunque sia l’argomento oggetto di discussione o approfondimento con il proprio interlocutore. Non c’è poi protocollo che tenga, e lo sa bene la sicurezza che spesso ne deve fronteggiare dei veri e propri colpi di testa che portano il vescovo di Roma a fare delle scelte avventate, ma sulle quali incide una personalità senza precedenti.

La sua figura colpisce soprattutto quando affronta con i fedeli le problematiche di tutti i giorni, dal lavoro alla salute. In questi casi Papa Francesco ascolta in silenzio i drammi che affliggono il suo prossimo e sembra provi a farsene carico, quasi fosse un rappresentante delle istituzioni civili. Molto di più di un politico spesso sordo alle esigenze quotidiane del Paese e interessato di gran lunga al solo tornaconto personale.

A Cagliari Papa Francesco non ha deluso le aspettative, e anzi dall’entusiasmo mostrato dalla folla che lo ha acclamato per tutta la giornata isolana, sembra aver conquistato anche i consensi di chi magari fino a quel momento lo guardava con distacco. Papa Francesco è stato genuino così come lo si vede spesso nel corso dell’Angelus a Piazza San Pietro, schietto e diretto come può essere quel caro amico che con noi ha condiviso i momenti più importanti della nostra vita. Capace di mandare in secondo piano persino i malumori scatenati alla notizia del notevole dispiego di risorse economiche, spese dalla Regione Sardegna proprio per l’occasione.

Dinanzi al lavoratore della Sardegna Green Island che gli esponeva il dramma di chi da anni combatte per mantenere un posto di lavoro, arrivando fin quasi a sentirsi privato della propria dignità, il Pontefice sembra proseguire egli stesso il discorso. Come un modo per ribadire a chi ha il potere, di intervenire, di non esitare ancora. Il Pontefice appare profondamente colpito quando negli interventi gli si confessa apertamente la propria sofferenza, una situazione che ha spesso il potere di indebolire l’uomo e rubargli ogni speranza. Il Papa non ci sta a vedere i suoi fedeli annullati dalla disperazione, spesso causata dalla mancanza di un’occupazione, e come farebbe un padre sprona tutti a non affliggersi. Il Papa segue i suoi pensieri e mette da parte le parole scritte su carte, già pronte per l’occasione. Il suo discorso sprona i deboli, ma arriva anche alle orecchie dei potenti, e dinanzi a tali accuse non appare più possibile proseguire per la strada finora adottata.

Così anche quando gli incontri si basano sulla cultura e sui giovani. Il Papa sprona tutti a non farsi abbagliare dalle facili promesse, dalla felicità effimera, di non cedere alla continua lamentela, ma invita a darsi da fare. «Quando tutto sembra fermo e stagnante – ha dichiarato a un Largo Carlo Felice gremito di giovani – quando i problemi personali ci inquietano, i disagi sociali non trovano le dovute risposte, non è buono darci per vinti!».

Volente o nolente, Papa Francesco è destinato a lasciare il segno, a Cagliari così come nel resto del mondo.

Angela Piras

@AngePiras

Segue una gallery con i momenti più significativi della giornata.

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews