Foto: protesta degli animalisti insanguinati e nudi dentro una gabbia

Barcellona ieri è stata il palcoscenico di una performance degli animalisti di AnimaNaturalis che li ha visti chiusi dentro una gabbia, nudi e insanguinati

Protesta animalisti

La protesta degli animalisti avvenuta ieri a Barcellona

Barcellona – Domenica 1 dicembre la Plaza de Sant Jaume a Barcellona, in Spagna, è stata teatro di una inconsueta iniziativa: un gruppo di attivisti dell’organizzazione AnimaNaturalis ha protestato contro l’uccisione di animali per ricavarne pellicce colorando il proprio corpo nudo con la pittura rossa a simboleggiare il sangue. I manifestanti si sono chiusi in una gabbia, immobili come fossero cadaveri, nudi e con i corpi ricoperti di vernice rossa: l’esatta rappresentazione degli animali uccisi al solo scopo di fabbricare pellicce.

ANIMANATURALIS – L’organizzazione AnimaNaturalis promuove, ogni anno e in tutto il mondo, numerose campagne per difendere i diritti degli animali: quella di ieri ha voluto dare voce ai milioni di animali che vengono maltrattati e uccisi senza la possibilità di difendersi: per quarantacinque minuti e nonostante la temperatura rigida, gli attivisti hanno messo in scena nel cuore di Barcellona un’impressionante performance che ha evidenziato la crudeltà neanche tanto nascosta delle industrie di pellicce.

ANIMALI IN PERICOLO – Visoni, volpi, furetti, conigli, foche, lontre, mucche, cincillà, cani e gatti: queste sono alcune tra le centinaia di specie di animali che fanno parte di quella quantità di animali che vengono uccisi con lo scopo di utilizzarne le pelli per ricavarne abbigliamento e accessori. Ogni anno, nel mondo, vengono uccisi oltre sessanta milioni di animali.

Vogliamo che i consumatori siano consapevoli della terribile sofferenza che si cela dietro questo business. Attualmente, con le centinaia di alternative etiche e rispettose nei confronti degli animali offerte dal mercato in fatto di abbigliamento non si capisce la necessità di togliere la pelle agli animali per farne vestiti

Queste le parole di Aïda Gascόn, direttirce di AnimaNaturalis in Spagna. La protesta in piazza si è conclusa con il grido «Gli animali hanno bisogno della loro pelliccia». Non è la prima volta che gli attivisti di AnimaNaturalis portano in scena una protesta del genere: nel 2009, per esempio, sono scesi in piazza nudi e imbrattati di vernice rossa circa centocinquanta attivisti, davanti al sagrato della Cattedrale di Barcellona.

Mariangela Campo

Foto: www.animanaturalis.org

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews