Formula 1, GP Canada: il sorriso di Vettel contro il velo della morte

formula 1

Da un trionfo all'altro: Rosberg passa lo scettro a Vettel (foto: © Callo Albanese)

Montreal (Canada) – Due settimane tra il Gran Premio di Monaco e quello del Canada. Due settimane dove a dare scandalo è stato il test-gate che vede implicate in una faccenda intricata la Mercedes e la Pirelli. Quindici giorni per passare da un trionfo all’altro, dalla vittoria di Nico Rosberg a Montecarlo a quello di Sebastian Vettel sull’isola di Notre Dame. Dopo un pizzico d’Europa, il Circus iridato è nuovamente sbarcato oltreoceano per affrontare quello che si è rivelato il settimo appuntamento iridato dell’anno a Montreal, su quella pista che rende omaggio al pilota canadese Gilles Villeneuve, tragicamente scomparso nel 1982 a Zolder. Una tracciato semi-permanente, un semi-cittadino composto da lunghi rettilinei spezzati da una serie di chicane e curve lente, un banco di prova importantissimo per vetture, impianto frenante e ingegneri. Montreal è una di quelle piste dove si capisce chi davvero ha lavorato bene sull’aerodinamica, chi invece ha toppato.

Il giovedì in autodromo scorre lento, è il giorno dedicato alle interviste, agli impegni con gli sponsor e ai tifosi, in occasione della sessione autografi che da qualche anno a questa parte permette agli appassionati di strappare qualche autografo al proprio pilota preferito mentre i meccanici lavorano velocemente alle vetture, in attesa delle prove libere, il giorno seguente.

© Sutton Images
© Photo4

Novanta minuti che sono finiti, come sono iniziati, con freddo, vento, 16 gradi di temperatura ambientale e la pista bagnata. Primo giorno di prove in pista che sarebbe dovuto essere utile ai team per testare i nuovi pneumatici Pirelli che debutteranno ufficialmente dal prossimo appuntamento, a Silverstone. Nulla di fatto. L’asfalto scivoloso del Canada sorride a Paul di Resta con la Force India che dopo solo dopo 10 giri effettuati ha staccato il miglior crono della mattinata e a Fernando Alonso che, nel pomeriggio, ha evidenziato un ottimo passo gara nella simulazione del Gran Premio.

© Sutton Images

Gli scenari da favola di Montreal regalano ai fotografi scorci particolari dove fermare in un solo secondo il passaggio delle vetture che scorrono ad alta velocità. L’unione dell’elemento artificiale e di quello naturale.

© Sutton Images
© Sutton Images

Se Sebastian Vettel si è portato a casa la pole position ma la sorpresa del sabato è Valtteri Bottas. Il pilota della Williams, terzo, sotto la pioggia ha portato in seconda fila la sua vettura staccando di quasi tre decimi la Mercedes di Nico Rosberg.

© Photo4

Tempo all’insegna dell’instabilità tra pioggia, alti valori di umidità e sole. Proprio a causa delle precipitazioni, in occasione del venerdì, nessun team ha potuto portare a termine il programma di sviluppo che si era prefissato.

© Photo4

Prede e predatori: se la Red Bull partiva dalla prima posizione della griglia, avvantaggiata rispetto ai diretti inseguitori della classifica piloti e costruttori, per la Ferrari la corsa è iniziata in salita con Fernando Alonso obbligato a scattare dalla sesta piazza mentre Felipe Massa non è riuscito ad andare più in la della 16esima posizione.

© Sutton Images

Sebastian Vettel ha vinto al Gran Premio del Canada partendo dalla pole position, la terza vittoria stagionale del pilota tedesco che conquistala vittoria numero 29 in carriera. Una vittoria importante anche e soprattutto in ottica campionato, dove Vettel ora comanda la classifica piloti davanti a Fernando Alonso, secondo. Il gradino più basso del podio è occupato da Lewis Hamilton e dalla Mercedes, per la prima volta nella sua storia sul podio di Montreal.

© Flavio Mazzi
© Sutton Images

Una corsa emozionante, purtroppo toccata dalla tragedia. La bella cornice di spettacolo andata in scena sul tracciato dedicato a Gilles Villeneuve, è stata offuscata dall’ombra della morte: durante le operazioni di recupero della Sauber di Esteban Gutierrez, un commissario di percorso ha perso la vita travolto da un carro-gru. A causa delle lesioni provocate dallo scontro, inutile si è rivelato il trasporto in eliambulanza all’ospedale Sacre-Coeur dove i medici hanno annunciato il decesso alle 18:02 locali.

© Sutton Images

 

foto homepage: Sutton Images

Eleonora Ottonello

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews