Formula 1, Alonso-Vettel: la coppia Ferrari dal 2014?

Dal 2014 ci sarà spazio per la coppia Alonso-Vettel in Ferrari?

Maranello – Ve lo immaginate Fernando Alonso parlare con Sebastian Vettel nell’hospitality Ferrari? Forse condividendo tavolo e tovaglia dopo una sessione in pista o mentre commentano le prestazioni della monoposto in qualche ufficio di Maranello? Fanta mercato forse si, forse no. L’ipotesi, ora come ora, sembra non essere plausibile con i due piloti in lotta per il titolo mondiale 2012. Nonostante ciò la Bbc ha assicurato che il tedesco della Red Bull avrebbe anche già firmato una sorta di pre-contratto con la scuderia di Maranello in chiave 2014, rumors sostenuti da voci interne del Cavallino Rampante che, non a caso ha confermato la presenza di Felipe Massa solo per il prossimo campionato. Alonso-Vettel. Forse una coppia da sogno che porterebbero a Maranello titoli mondiali a profusione. Una coppia da sogno sulla carta, che potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio nelle gerarchie interne della Ferrari.
Sebastian ha un contratto con la Red Bull fino al 2014 e ora come ora non c’è una scuderia nell’intero Circus che possa permettergli di soddisfare appieno la sua fame sportiva quanto la scuderia austriaca, anche grazie all’enorme lavoro di Adrian Newey. Nonostante ciò, come ha confermato lo stesso Helmut Marko, nel contratto di Vettel c’è una clausola rescissoria che permetterebbe al pilota di andare via dalla Red Bull quando più lo desidera.

La Ferrari ha a disposizione il piede pesante di Fernando Alonso fino al 2016 e solamente dopo quella data, per il tedesco sarebbe più semplice passare dalle parti di Maranello. Il pilota asturiano è il leader incontrastato della scuderia con Felipe Massa nel ruolo di fedele scudiero che si limita a fare poco rumore. Il brasiliano ha appostato la firma sul contratto per il 2013 e sembrerebbe aver ritrovato la serenità necessaria in pista per aiutare il Cavallino Rampante a lottare anche per il titolo costruttori. Mandare a casa un Massa ritrovato, dopo le prestazioni di Suzuka, dove è giunto sul podio, e della Corea, dove si è classificato quarto, non avrebbe lasciato molte possibilità per la ricerca di un sostituto che prometta al team di Maranello consistenza di risultati.

Ancora prima che Fernando giunse a Maranello, il progetto per tornare alla vittoria era tutto indirizzato attorno alla sua persona, un disegno che ancora ora sta inseguendo quello che sarà il suo momento di gloria, una situazione equilibrata che l’arrivo improvviso di Vettel farebbe saltare.
Avere due campioni del mondo nella stessa squadra, tipo il dualismo tra Prost e Senna in McLaren ad inizio anni Novanta, può rivelarsi allo stesso modo un jolly o una spada di Damocle che pende sulla schiena, portando o a successi senza pari o a sfide interne che riuscirebbero in brevissimo tempo a distruggere l’armonia interna del Cavallino Rampante, incidendo negativamente sui risultati. Una scelta, quella di avere due galli in un pollaio, che non passa per la testa di Luca Cordero di Montezemolo, presidente della Ferrari, che a Sky Sports ha assicurato: «I piloti devono lavorare per il Cavallino Rampante, non per loro stessi. Voglio una rivalità amichevole, non una continua sfida interna per la supremazia».

Se le voci possono incrinare il rapporto che si è creato tra Alonso e il Reparto Corse, a Maranello nessuno vuole intralciare il lavoro di quello che poco a poco si sta trasformando in un ingranaggio perfetto volto a riportare lo spagnolo sul tetto del mondo di Formula 1, bissando così i successi del 2005 e del 2006 ottenuti con la Renault di Flavio Briatore.

Eleonora Ottonello

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews