Formula 1 2012, le dodici vetture sotto la lente d’ingrandimento

La Ferrari è afflita da una notevole instabilità della macchina in uscita di curva

Milano – Mancano pochissimi giorni a quello che sarà il primo semaforo verde della stagione 2012 di Formula 1. Praticamente tra cinque giorni team e piloti scenderanno in pista a Melbourne per le prime prove libere dell’anno in previsione della gara domenicale dove, finalmente, le scuderie non potranno più giocare a nascondino ma mostreranno le proprie potenzialità e trucchi dal cappello.
In base a quanto è stato visto e sentito in occasione delle tre sessioni di test invernali sul territorio spagnolo (uno a Jerez de la Frontera e due al Montmelò) abbiamo provato a dare qualche giudizio a quelle che sono le dodici protagoniste della griglia di partenza, elencando le scuderie in base all’ordine di classifica Fia 2011.

Red Bull Racing
La Red Bull Rb8 è ancora la miglior monoposto del lotto e lo ha dimostrato ampiamente in occasione delle tre sessioni di test collettivi invernali: non è un segreto di Pulcinella il fatto che Vettel e la scuderia austriaca partano da favoriti per la vittoria del terzo titolo consecutivo. Gli attuali campioni del mondo hanno girato moltissimo soffrendo di alcune noie di affidabilità, a differenza della monoposto 2011 che si è dimostrata efficace anche sotto questo aspetto. Genio di Adrian Newey a parte, i piloti, Sebastian Vettel e Mark Webber, pronosticano una facile prima fila tutta Red Bull in Australia. Voto 10

McLaren
La vettura della McLaren continua a detenere lo scettro di Miss Monoposto 2012 grazie alle linee tondeggianti e morbide e all’assenza del ben noto scalino sul musetto anteriore. Nonostante i chilometri macinati da Hamilton e Button nei test invernali il team di Woking sembra aver giocato a nascondino per tutte le sessioni. La loro vera forza si scoprirà solo in Australia. Voto 8.5

Scuderia Ferrari
Il progetto 663, dietro al quale si nutrivano grandi speranze, sembrerebbe non aver soddisfatto il team di Maranello. La delusione in casa Ferrari si avverte sia da parte di Pat Fry, papà della monoposto, sia da parte di Fernando Alonso che ha lasciato intendere che per le prime gare il podio non sarà a portata di mano. In occasione dei test non è stata cercata la prestazione pura e quello che può risollevare gli animi è che a Barcellona sono state portate a termine simulazioni di gara che hanno dato riscontri interessanti anche con Felipe Massa. Tra i fatti che maggiormente affliggono il Cavallino Rampante ci sarebbe un degrado delle gomme fuori norma e una notevole instabilità della macchina in uscita di curva. Voto 7

I punti di forza della Mercedes sono il passo di gara e l'affidabilità

Mercedes
Tra i punti di forza della casa di Stoccarda sicuramente ci sono il passo di gara e l’affidabilità. Se Rosberg è affamato e alla ricerca della prima vittoria in Formula 1, Michael Schumacher, indubbiamente rinvigorito dall’apparente stato di forza mostrato dalla monoposto, ha recentemente dichiarato: «Non mi sento vecchio, so benissimo di essere ancora uno dei migliori piloti al mondo». Voto 9

Team Lotus 
Ha svolto solamente due delle tre sessioni di test rispettivamente a Jerez e la seconda di Barcellona ma ha ottenuto alcune tra le prestazioni record sui due tracciati spagnoli. La Lotus sembrerebbe aver imboccato la strada giusta da seguire per disputare un grande mondiale, una situazione si legge anche dalle parole di Kimi Raikkonen e Romain Grosjean che sembrano confermare il nostro punto di vista. Come già è stato nel 2011, grazie ai podi nelle gare iniziali del mondiale, anche nel campionato che verrà la Lotus potrebbe essere l’out sider dal quale guardarsi bene le spalle. Voto 8

Force India
Tra le scuderie di metà classifica sembra essere senza dubbio quella meglio posizionata per provare a effettuare un ulteriore balzo avvicinandosi così ai team di testa classifica. La vettura sembra essere buona e ben curata e anche la qualità dei piloti, Hulkenberg e di Resta, potrebbe presagire un ottimo campionato per la squadra indiana. Voto 7

Sauber F1 Team
La Sauber ha chiuso i test con ottimi riscontri sia da parte di Sergio Perez che di Kamui Kobayashi. La monoposto elvetica sembrerebbe aver finalmente raggiunto il passo di Toro Rosso e Force India con le quali, durante l’anno, potrebbe scambiarsi le posizioni a punti di gran premio in gran premio a suon di serratissime lotte che vedranno protagoniste le vetture di metà classifica. Voto 6.5

Toro Rosso
Se la monoposto di Faenza migliora tecnicamente di anno in anno, è anche grazie all’ottimo lavoro che l’intero team effettua, sia durante i test che durante il campionato. Franz Tost, team principal della sorella minore della Red Bull, ha affermato di voler puntare in alto, magari scoprendo il Vettel del domani tra i propri piloti, Jean-Eric Vergne e Daniel Ricciardo. Voto 7.5

Williams F1 Team
Due, le novità importanti che vedono protagonista la Williams: la prima riguarda il motore Renault, quello degli anni d’oro, che la monoposto britannica monterà fino al 2014; la seconda è la decisione di far correre Bruno Senna, nipote di Ayrton Senna, tre volte campione del mondo di F1 scomparso nel 1994, assieme a Pastor Maldonado. In occasione dei test invernali la vettura ha dimostrato di poter essere subito alle spalle dei top team, come ha palesato il terzo tempo di Senna, il pilota che ha corso il maggior numero di chilometri nelle prove (1101km), nella classifica dell’ultima giornata di test. Resta solo da vedere se riusciranno a mantenere lo stato di forma per tutta la stagione. Voto 6

Bruno Senna dovrà dimostrare alla Williams le qualità da pilota

Caterham
La scuderia malese licenzia in tronco Jarno Trulli, affascinata dai dollari portato da Vitaly Petrov che durante i test invernali è uno dei piloti che ha percorso più chilometri. Se il russo, sembrerebbe essere di poco avanti al compagno di box Kovalainen, il gap dalle altre dirette concorrenti, quelle della fascia medio-bassa della classifica, non sembra essere colmato. Voto 5

Hrt-F1 Team
Difficile dare un giudizio su una monoposto che durante i test invernali non è mai scesa in pista per aver fallito i crash-test obbligatori imposti dalla Fia. Sicuramente tra le scuderie di bassa-classifica è quella che parte svantaggiata. Il boss del team spagnolo ha deciso di utilizzare una sessione di riprese commerciali, dove possono essere macinati al massimo 100 chilometri, per effettuare almeno giro della pista con Narain Karthikeyan al volante mentre Pedro de la Rosa dovrà attendere le prove libere del Gran Premio d’Australia per portare in pista la monoposto. Voto 3

Marussia
La Mr-01 è l’altra e unica vettura, assieme alla McLaren, che non monta il tanto odiato e antiestetico scalino. Le sue fiancate corte e strette non sono potute scendere in pista per l’ultima sessione di prove a Barcellona perché la scocca non ha superato i crash-test obbligatori dalla Federazione. La nota positiva dell’inverno è riposta nei molti chilometri macinati dal debuttante Charles Pic col fine di fargli accumulare esperienza, però con la monoposto 2011. Voto 4

Eleonora Ottonello

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews