Fischi per la Camusso, Vendola contestato. La Fiom sfila per Roma

Roma – Stavolta non si ci poteva far trovare impreparati. E così, a distanza di quasi una settimana dalla manifestazione che ha messo in ginocchio Roma, la città si è ben preparata al sit-in organizzato dai metalmeccanici Fiom. Protesta autorizzata gli scorsi giorni perché era stata esclusa l’ipotesi del corte “per ragioni di sicurezza”, ma l’ordinanza è stata di fatto raggirata permettendo agli operai di muoversi da Villa Borghese fino a piazza del Popolo.

Tra i mezzi impiegati anche un elicottero che ha vigilato dall’alto, una ventina di autoblindati e un cordone di sicurezza di agenti in assetto antisommossa ai margini di piazza del Popolo. Senza dimenticare che è stato lo stesso sindacato a schierare un proprio servizio d’ordine fatto di operai in fila con la pettorina rossa.

Non è mancato un leggero sottofondo di fischi per la chiusura con Susanna Camusso, segretaria generale della Cgil, e qualche strattone per Nichi Vendola. L’autore del gesto è un uomo di 50 anni che pare non abbia gradito le parole di Vendola riferite ai black bloc dopo gli scontri di piazza San Giovanni. Un po’ agitato, Vendola ha detto «Quello sta fuori è un manifestate che non c’entra con oggi. Sono sempre così, sono speculatori, parassiti e sciacalli. Questi vogliono la guerra, hanno in testa la guerra e noi non dobbiamo rispondergli con leggi eccezionali».

Redazione

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews