Firenze, l’endorsement di Bill Clinton per Matteo Renzi

Bill Clinton

Bill Clinton sosterrà Matteo Renzi

Firenze – Per l’ex presidente degli Stati Uniti d’America Bill Clinton la politica è ancora una parte fondamentale della sua vita. La moglie Hillary è segretario di Stato, lui ha appena arringato la folla nella convention democratica di Charlotte, e oggi sarà in Italia a sostenere Matteo Renzi. L’inaspettato appoggio alla campagna elettorale che il sindaco di Firenze sta tenendo in giro per l’Italia per le primarie del Partito Democratico rischia così di spezzare gli equilibri tenuti ben saldi finora, con l’attuale segretario Pierluigi Bersani dato da tutti i sondaggi in forte vantaggio sul “rottamatore” 38enne.

L’incontro sarà anche un modo per Bill Clinton di ringraziare Renzi per la sua presenza all’appuntamento elettorale statunitense dello scorso 6-8 settembre, nel quale Obama ha riottenuto l’investitura a candidato presidente per acclamazione. L’uomo che ha governato gli Usa dal 1992 al 2000, al centro dello scandalo sulle prestazioni sessuali della stagista Monica Lewinski, uno dei più discussi uomini della storia americana degli ultimi decenni, capace di sconfiggere George Bush Sr. nelle elezioni del 1992, tornerà così in quella che fu capitale d’Italia dal 1865 al 1870 dopo tredici anni.

La “venuta” di Clinton in Italia non è però direttamente collegata al sostegno della causa di Matteo Renzi: l’ex presidente, da sempre impegnato in campagne per i diritti umani e per la salute (argomento questo che anche l’attuale inquilino della Casa Bianca e la sua consorte sembrano avere particolarmente a cuore), andrà a inaugurare lo stabilimento di Cesena della Technogym , catena di attrezzature per l’attività sportiva, e farà un importante intervento al Wellness Congress. Da lì, si trasferirà a Firenze per incontrare Renzi, sebbene non sia trapelato ancora il luogo o l’orario dell’incontro.

Nonostante la guerra tutta interna al Pd, le critiche spesso velenose riservate al giovane sindaco fiorentino da compagni e avversari, l’immagine giovane e nuova di Renzi ha convinto anche un “vecchio” come Bill Clinton ad ascoltare ciò che ha da dire, così come avevano già fatto l’ex capo di gabinetto statunitense John Podesta e un personaggio storico della politica, l’ex segretario di Stato Madeleine Albright, che proprio a Matteo Renzi aveva chiesto di partecipare all’appuntamento dei colleghi a stelle e strisce di inizio mese.

Stefano Maria Meconi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews