Fine settimana a teatro: tutti gli appuntamenti imperdibili

Il vizietto - La Cage aux folles, con Enzo Iacchetti e Marco Columbro

Milano – Con il primo fine settimana di dicembre si entra nel clou della stagione teatrale: gli spettacoli di punta entrano in scena così come quelli più originali. Questa settimana proponiamo una serie di spettacoli per grandi e bambini davvero molto interessanti.

Al teatro Manzoni di Milano è in programma un musical che promette divertimento a gogò: Il Vizietto di Jerry Herman e Harvey Fierstein, interpretato da Enzo Iacchetti e Marco Columbro. Il Vizietto è uno degli spettacoli più amati in tutto il mondo: una commovente storia d’amore, ambientata in un locale della Costa Azzurra negli anni ’70 (La Cage aux Folles). Nella versione italiana la regia è firmata da Massimo Romeo Piparo e nel cast, oltre alla già collaudata coppia Iacchetti/Columbro, recita anche il comico televisivo Gianni Fantoni.

Sempre a Milano, al teatro Franco Parenti, viene proposto un classico per i bambini: Buchettino di Charles Perrault. I bambini assisteranno allo spettacolo nella posizione migliore per ascoltare una fiaba, ossia nel proprio letto, sotto le coperte in una stanza buia ma non troppo. Nella semi-oscurità la Narratrice, l’attrice Silvia Pasello, li accoglie e racconta loro tutte le peripezie di Buchettino. Il ritrovarsi insieme a sconosciuti, in una condizione di intimità, determina un “unico sentire” e lo scorrere del fiume sonoro immerge tutte le forme dell’emozione nel bagno lustrale dell’infanzia.

Concludiamo la rassegna degli spettacoli milanesi con quello proposto dal teatro Martinit, la commedia  Finché vita non ci separi, ovvero w  gli sposi di Gianni Clementi. L’autore ha scritto una commedia divertente in cui si alternano situazioni drammatiche e attuali. La regia è di Vanessa Gasbarri, mentre i protagonisti sono gli attori Giorgia Trasselli, Antonio Conte, Nicola Paduano.

E passiamo a Roma dove al teatro San Paolo è in programma la commedia L’importanza di chiamarsi Ernesto, tratto da un’opera di Oscar Wilde rivista in chiave anni ’60 grazie alle musiche dei Beatles. La scelta registica di ambientare la commedia nell’Inghilterra degli anni ’60 ha, infatti, lo scopo principale di conciliare due diverse epoche di una stessa cultura, in modo da tracciarne le somiglianze e da sottolinearne le diversità. È uno spettacolo giovane e frizzante, sapientemente condito dalle musiche dei Beatles, che rievocano al pubblico immagini di un periodo carico di novità, di cambiamenti, di innovazioni. Il capolavoro di Oscar Wilde colpisce ancora oggi per la freschezza e per sagacia, conquista le simpatie e trova consensi in ogni tipo di pubblico, strappa applausi e risate a chiunque, di qualunque età.

Al teatro Manhattan, domenica 2 dicembre, l’arcinoto show televisivo Ciao Darwin! diventa uno spettacolo teatrale. Al posto di Bonolis, nelle vesti del presentatore, abbiamo Federico Nuccitelli. Giochi, gag, quiz e prove, daranno vita ad una vera e propria serata giochi con il pubblico, diviso e agguerrito nel difendere la propria identità e la propria categoria.

Marco Papetti

foto||  teatro.org; 2night.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews