Fiducia sull’Italicum? Basterebbe la sfiducia costruttiva

fiducia

Per giorni non si è parlato d’altro che della decisione del Governo Renzi di porre la fiducia alla Camera dei Deputati sul disegno di legge elettorale al fine di far approvare definitivamente l’Italicum. I quotidiani se ne sono occupati ampiamente, le televisioni hanno chiesto il parere di politici, politologi, giornalisti. Insomma, si è discusso di questa fiducia in ogni modo possibile immaginabile. Dimenticandosi che basterebbe fare una piccola modifica alle regole per evitare situazioni del genere.

Sia chiaro, porre la fiducia su una legge che tecnicamente non è costituzionale ma lo è di fatto è una scelta a dir poco discutibile. Trattandosi di una tematica delicatissima (in base alla legge elettorale vigente può cambiare il vincitore delle elezioni) ci sarebbe bisogno di una discussione ampia e il Parlamento dovrebbe essere libero da ogni tipo di condizionamento. Se poi a ricorrere al voto di fiducia è lo stesso che twittava «Legge elettorale. Le regole si scrivono tutti insieme, se possibile. Farle a colpi di maggioranza è uno stile che abbiamo sempre contestato» allora la cosa è ancora più indecente.

fiducia

Come si possono risolvere situazioni come queste? In un modo molto semplice: introducendo in Italia la sfiducia costruttiva. C’è un paese che già lo fa: la Germania. L’articolo 67 della Costituzione tedesca afferma infatti che il Bundestag – equivalente alla Camera dei Deputati italiana – può votare la sfiducia al Cancelliere solo e soltanto se può contestualmente eleggerne un altro a maggioranza assoluta. In tal modo la stabilità del Governo è assolutamente rafforzata in quanto la fiducia fra l’esecutivo e il Parlamento viene meno solamente quando si crea una nuova maggioranza, evento non molto frequente.

Immaginate il dibattito sulla fiducia posta sull’Italicum se in Italia ci fosse la mozione di sfiducia costruttiva. Cambierebbe tutto perché gli oppositori di Renzi e del suo Governo (Bersani, Civati, Fassina, Sel, Movimento 5 Stelle, una parte del centrodestra) non sarebbero minimamente in grado di votare la fiducia ad un altro Governo con una maggioranza assoluta. Ce li vedete Brunetta e Di Battista a votare a favore dello stesso esecutivo?

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

foto: investireoggi.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews