Festival di Cannes 2015. Nessun premio per Garrone, Moretti e Sorrentino

festival cannes

Brutte notizie da Cannes. Quella che  prima era un’indiscrezione di stampa ora è certezza: l’Italia è rimasta a mani vuote, proprio nell’edizione del Festival di Cannes 2015 che faceva più sperare con ben tre pellicole italiane. A dare la notizia all’Ansa fonti qualificate: nessuna Palma d’oro ai tre registi in concorso, Garrone, Moretti e Sorrentino nonostante le grandi attese. E pensare che proprio “Mia madre” di Moretti e “La Giovinezza” di Sorentino erano tra i papabili tanto che alcuni siti internazionali stamattina li davano vincenti.

Nessuno dei film è entrato nel cuore della giuria presieduta dai fratelli Coen. Eppure le pellicole sono state acclamate dai critici e molto applaudite (soprattutto Sorrentino e Moretti). Per il film ”La Giovinezza”, dal cast internazionale, si è sperato fino alla fine in un premio per Michael Cane, ma i ben informati erano scettici.

 

Fulvia Caprara de La Stampa racconta della beffa di Nanni Moretti. Scriveve:

Intorno a mezzogiorno si viene a sapere, da Roma, che il regista di «Mia madre» sarebbe partito alla volta della Costa Azzurra insieme alla sua attrice Margherita Buy. Perchè mai non in aereo? Semplice, Buy non ama volare, se può evita e, stavolta, per via dell’agitazione legata al possibile riconoscimento, avrebbe deciso subito di evitare un altro stress. Ma i minuti passano, le telefonate si intrecciano, sullo sfavillante Italian Pavillon dell’hotel Majestic scende una cappa di malinconia. Nessuna convocazione, nessun messaggio, nessuna telefonata dell’ultim’ora.

FESTIVAL DI CANNES, I PREMIATI - Un brutto colpo per il cinema italiano che si era presentato al Festival di Cannes 2015 sicuro di sé e ben sperante. Ecco a chi sono andati i premi:

PALMA D’ORO - Jacques Audiard, con il film Dheepan
MIGLIOR REGIA - Il regista cinese Hou Hsiao-Xsien per The assassin.
MIGLIOR ATTRICE - Mara per Carol e Emmanuel Bercot per Mon Roi, ex aequo.
MIGLIOR SCENEGGIATURA - Michel Franco per Chronic.
PREMIO DELLA GIURIA - The Lobster del regista greco Yorgos Lanthimos .
MIGLIOR ATTORE - Vincent Lindon per La loi du marchè.
CAMERA D’OR - La tierra y la sombre del colombiano Cesar Augusto Acevedo.
GRAND PRIX SPECIALE DELLA GIURIA - Laszlo Nemes per Il figlio di Saul

Redazione

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews