Festival di Berlino: al via la 64a edizione della Berlinale

Al via la 64° edizione del Festival di Berlino. Grande attesa per 'The Grand Budapest Hotel' di Wes Anderson e 'Nymphomaniac' di Lars von Trier

La locandina della Berlinale 2014 (mubi.com)

La locandina della Berlinale 2014 (mubi.com)

Oggi si apre la 64° edizione del Festival di Berlino (Berlinale), le cui proiezioni, che saranno distribuite in tutta la città grazie a più di venti tra cinema e teatri, offrono molti spunti di interesse per i cinefili di tutto il mondo.

MENO GLAMOUR, PIU’ QUALITA’ – Meno glamour di Cannes e Venezia, il Festival di Berlino si è spesso distinto per premi mirati a valorizzare piccoli lavori dal grande interesse – gli ultimi Orsi d’Oro assegnati sono stati infatti, in ordine, A Separation di Asghar Farhadi, Cesare deve morire dei nostrani fratelli Taviani e, l’anno scorso, Il caso Kerenes di Călin Peter Netzer – mission che porta avanti con rigore e che, da questa sera fino al 16 febbraio, vedrà diversi film le cui aspettative sono molto alte.

L’APERTURA – La giornata di oggi sarà aperta da In the Similkameen, un web documentary interattivo diretto da Tyler Hagan. A seguito della cerimonia di apertura, invece, si inizierà subito a fare sul serio con la proiezione di uno dei film più attesi, ovvero The Grand Budapest Hotel del geniale regista Wes Anderson (I Tanenbaum, Fantastic Mr. Fox, Moonrise Kingdom – Una fuga d’amore), opera nella quale ci si aspetta di incontrare ancora una volta tutta quella serie di situazioni tragicomiche popolate da quei personaggi eccentrici creati dal regista americano. A chiudere la serata, per la sezione Panorama, si potrà assistere al film vietnamita Nuoc, di Nguyen-Vo Nghiem-Minh.

L'ingresso della Berlinale (1channel.it)

L’ingresso della Berlinale (1channel.it)

NYMPHOMANIAC VOL. 1 - Ma quali sono i film più attesi, ma anche chiacchierati, di questa edizione ai blocchi di partenza? Al di là del sopracitato The Gran Budapest Hotel, sono da menzionare Nymphomaniac: Vol. 1 (fuori concorso) del “temutissimo” Lars von Trier, che sarà proiettato nella sua versione integrale col montaggio seguito passo passo dal regista danese in persona; Monuments Men (fuori concorso) diretto da George Clooney; Life of Riley (in concorso) dell’immortale Alain Resanais; il mastodontico Boyhood (in concorso) di Richard Linklater, film che segue la crescita di una ragazzino per ben dodici anni. E l’Italia? È presente, ma solo in sezioni di contorno e sarà rappresentata da Gianni Amelio, Edoardo Winspeare e Jonathan Nossiter.

LE SEZIONI – Tra le tante sezioni presenti anche quest’anno, Competizione, Panorama, Generation, Forum, Speciali, Prospettiva Cinema Tedesco, Corti e molti altri, vanno citate per qualità e scelte quelle appartenenti a Retrospettiva e Omaggio, la prima dedicata all’uso della luce nel cinema tra Giappone, Usa ed Europa attraverso i generi di maggior successo, la seconda premierà il regista inglese Ken Loach.

(Foto: 1channel.it / mubi.com / dw.de)

 Emanuel Carlo Micali

 

Di seguito la lista dei film:

 

In concorso:

’71, Yann Demange.

Aimer, boire et chanter (“Life of Riley”), Alain Resnais.

Aloft, Claudia Llosa.

Bai Ri Yan Huo (“Black Coal, Thin Ice”), Diao Yinan.

Boyhood, Richard Linklater.

Chiisai Ouchi (The Little House), Yoji Yamada.

Die geliebten Schwestern (“Beloved Sisters”), Dominik Graf.

The Grand Budapest Hotel, Wes Anderson.

Historia del miedo (History of Fear), Benjamin Naishtat.

Jack, Edward Berger.

Kraftidioten (In Order of Disappearance), Hans Petter Moland.

Kreuzweg (Stations of the Cross), Dietrich Brueggemann.

Macondo, Sudabeh Mortezai.

Praia do Futuro (Beach of the Future), Karim Ainouz.

Stratos, Yannis Economides.

La tercera orilla (The Third Side of the River), Celina Murga.

Tui Na (Blind Massage), Lou Ye.

La voie de l’ennemi (Two Men in Town), Rachid Bouchareb.

Wu Ren Qu (No Man’s Land), Ning Hao.

Zwischen Welten (Inbetween Worlds), Feo Aladag.

 

Fuori concorso:

 

La belle et la bete (Beauty and the Beast), Christophe Gans.

The Monuments Men, George Clooney.

Nymphomaniac Volume 1 (long version), Lars von Trier.

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews