Ferrari per i Marò. In India scatta la protesta contro il team italiano

Pescatori, blogger e governo indiano si sono agitati contro la scelta della Ferrari

Nuova Delhi (India) – La scelta della Ferrari è caduta tra le proteste, con il team di Maranello accusato di aver macchiato un evento sportivo con la politica. Tutto era partito dalla community online de Il Giornale dove veniva chiesto al presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, di correre in India con fiocchi di solidarietà per i due marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, trattenuti da mesi dal governo locale, una richiesta accolta dal Cavallino Rampante che pochi giorni fa aveva annunciato che le F2012 di Fernando Alonso e Felipe Massa avrebbero esposto la bandiera della Marina Italiana, l’arma alla quale appartengono Latorre e Girone.
Secondo quanto riporta il quotidiano The Hindu, un’associazione di pescatori dello stato del Kerala, dove sono detenuti i marò, ha protestato contro la decisione, un provvedimento che ha sollevato anche alcune critiche anche da parte del governo: «Utilizzare eventi sportivi per promuovere cause che non sono di natura sportiva significa non essere coerenti con lo spirito sportivo», ha commentato il ministro degli esteri indiano sulla scelta della Ferrari di correre il Gran Premio in India con lo stemma della Marina sulle monoposto.

E dello stesso parere è anche Peter Griffin, blogger e giornalista per Forbes India, che questa mattina ha pubblicato sulla prima pagina del magazine un articolo dal titolo «Ferrari, vai a casa!», in cui elogia l’Italia e i suoi prodotti famosi in tutto il mondo ma ironizza sulla scelta del Cavallino Rampante di correre la corsa di Formula 1, non con la bandiera del Bel Paese ma con quella della Marina: «Si tratta forse di un riferimento ai marinai che attualmente stanno godendo dell’ospitalità del governo indiano per aver ucciso due pescatori indiano nelle nostre acque territoriali?», ha chiesto Griffin dalle colonne di Forbes India, una polemica destinata a continuare per tutto il fine settimana.

Dopo le polemiche che si sono scatenate nel paese di Bollywood, secca è arrivata la risposta da parte del team di Maranello: «Il Tricolore della Marina Militare sulle monoposto della Ferrari al Gran Premio dell’India rappresenta un omaggio ad un’eccellenza del nostro Paese. Nel massimo rispetto delle Autorità indiane, ribadiamo che quest’iniziativa non ha alcuna valenza politica».

Eleonora Ottonello

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews