Ferrari F138, presentata la monoposto di Maranello che punta al mondiale

ferrari f138

Il nome deriva della combinazione tra l'anno (13) e il numero di cilindri del motore (8)

Maranello – È stata appena presentata a Maranello la Ferrari F138, la monoposto che la scuderia del Cavallino Rampante utilizzerà nel mondiale di Formula 1 per provare a strappare alla Red Bull il titolo piloti e costruttori. La cinquantanovesima monoposto utilizzata dalla Ferrari è stata chiamata con questa particolare sigla dalla derivazione della combinazione tra l’anno corrente (13) e il numero di cilindri del motore (8), soprattutto per sottolineare la conclusione della carriera sportiva della motorizzazione V8. Il progetto, contraddistinto dalla sigla interna 664, è privo dello scalino sul muso grazie all’adozione del vanity panel, come la McLaren, concesso quest’anno dalla Federazione per nascondere il l’antiestetico dislivello e diversamente dal 2012, sfoggia un muso altissimo, con pance molto rastremate e un retrotreno rivisto in maniera molto dettagliata nella zona degli scarichi.

La F138 vuole essere un’evoluzione della F2012 per quanto riguarda i concetti fondamentali del progetto anche se le forme della carrozzeria sono state ridisegnate così come la presa d’aria dinamica che si trova sopra l’abitacolo e l’imboccatura delle fiancate. La configurazione delle ali anteriore e posteriore deriva direttamente dalle ultime versioni di quelle utilizzate sulla F2012 mentre il Kers, il sistema di recupero dell’energia cinetica, mantiene la sua collocazione nella parte inferiore centrale. Dopo anni in cui il Cavallino Rampante perde il mondiale di Formula 1 all’ultima gara e per pochi punti, la parola d’ordine è vincere come ha dichiarato lo stesso Luca di Montezemolo, numero uno di Maranello, che è salito sul palco per salutare i partner e per ricordare l’avvocato Gianni Agnelli, scomparso dieci anni fa: «Mi aspetto fin da subito una macchina vincente – ha raccontato il capo massimo della Ferrari – Non si può essere sempre protagonisti tra luci e ombre, Adesso vogliamo vincere anche se la concorrenza è forte. Dobbiamo tutto a Enzo Ferrari, ma anche all’Avvocato, che nei momenti difficili, ci è stato sempre vicino».

Sviluppata completamente nella galleria del vento della Toyota a Colonia, la F138 debutterà a Jerez il prossimo 5 febbraio per l’inizio della prima sessione di test invernali collettivi con Felipe Massa che in occasione dell’ultima giornata lascerà il volante al neo acquisto Pedro de la Rosa. Anche se Fernando Alonso non sarà presente, come ha spiegato Stefano Domenicali l’obiettivo è quello di essere competitivi fin dalla prima gara, cosa che non è riuscita negli ultimi anni: «Cercheremo di lavorare meglio ed essere efficaci già nella preparazione di queste settimane – ha sottolineato il team principal – La macchina è nata da un metodo di lavoro diverso, con due gruppi separati per seguire anche il progetto 2014. La F138 è una evoluzione dello scorso anno, lo vedete dalle forme, ma questo è solo il primo step di una vettura che sarà palesemente diversa in Australia».

Eleonora Ottonello

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews