Eye-ball tattoo: occhio al tatuaggio!

Dal 2008, dopo Pauly Unstoppable, dilaga la mania del tatuaggio sull’occhio

di Sarah Colautti

Maniaci del tatuaggio fatevi avanti. Oggi è difficile trovare una persona che non abbia la pelle tatuata o che non abbia intenzione in futuro di marchiarsela a vita. Forse è più originale dire “non mi piace sporcarmi la pelle di inchiostro” che farsene fare uno, considerando che il tatuaggio, quando è diventato una moda, era segno di quella ribellione giovanile che tanto ha fatto impazzire generazioni e generazioni di genitori. Tuttavia, se oggi vuoi essere all’avanguardia e scatenare meraviglia negli altri, non puoi non provare l’ultima frontiera dei disegni sul corpo l’ “eye tattoo”, il tatuaggio nell’occhio.

Il primo fu Pauly Unstoppable, nel 2008, il quale, nonostante remore e timori dei medici dell’equipe specialistica che si è occupata dell’esperimento, e nonostante la possibilità di un eventuale cecità, si è fatto iniettare pigmenti di inchiostro blu asettico e antibiotico. Il colore, però, non ha mantenuto nonostante i “quaranta colpi” di macchinetta e Shannon Laratt, insieme ai suoi collaboratori, ha provato mediante l’utilizzo di una siringa molto fine riempita di inchiostro diluito con una piccola quantità di collirio antibiotico, questa volta su un altro volontario di nome Josh. Data l’assenza di disegno, in quanto era prevista la colorazione della sola sclera, senza dettagli, sono bastate un paio di iniezione, tuttavia è risultato difficoltoso per l’equipe trovare il giusto strato in cui operare. In seguito, la stessa Shannon ha deciso di sottoporsi al trattamento, dal quale è uscita illesa, a parte una innocua ciste e qualche livido, spariti dopo pochi giorni, e lei stessa ha garantito l’assoluta mancanza di dolore, a causa dell’assenza di nervi sulla superficie dell’occhio, e grazie all’utilizzo della lidocaina per anestetizzare le palpebre.
E’ ormai passato un anno e, quello che era nato come esperimento è oramai una moda che dilaga, soprattutto nei Paesi anglosassoni (i primi, quando si parla di mode insolite!).

occhioPochi sanno che i tatuaggi nell’occhio erano già molto praticati tra il XIX e il XX secolo, per coprire difetti dovuti a malattie alla cornea e al glaucoma. Ancora oggi, il tatoo da cornea viene generalmente richiesto dai non vedenti per restituire all’occhio un aspetto normale, tatuando una finta iride, ma il rischio è basso, dal momento che l’occhio trattato è già cieco. Il metodo utilizzato a fini esclusivamente estetici per i non vedenti, ovviamente sotto la supervisione di un oculista, prevede l’utilizzo di una macchinetta per tatuaggi a tre aghi, con lo scopo di ottenere una migliore pigmentazione e profondità.

Che questa moda è destinata a dilagare è abbastanza ovvio, considerando che oggi si registrano già migliaia di casi di “palle dell’occhio tatuate”, tuttavia nasce spontaneo un dubbio: se gli occhi sono lo specchio dell’anima, l’evidenza prima di noi stessi verso gli altri, siamo sicuri che con il tempo chi si fa tatuare l’occhio poi non si penta in futuro? In fondo, se ci si stufa di un tatuaggio sulla pelle, si può sempre sopportarlo, coprirlo, o al limite cancellarlo con il laser: gli occhi, invece, sono lo strumento principale con cui ci rapportiamo al mondo, e comprometterli, forse, è un rischio inutile da correre.

Come scrisse Nicholas De Chamfort, “Le passioni fanno vivere l’uomo, la saggezza lo fa soltanto vivere a lungo.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Eye-ball tattoo: occhio al tatuaggio!

  1. avatar
    Stefano 15/11/2013 a 18:48

    Salve !! Vorrei sapere se in italia c e qualcuno tatua la SCLERA!! ??Il mio e`un problema di salute che praticamente ho gli occhi sempre rossi (iperemia cronica congiuntivale) e ovviamente li volevo tatuare di BIANCO!!!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews