Expo 2015: manca la traduzione simultanea per le delegazioni straniere

Expo 2015 (fonte: meteoweb.eu)

Expo 2015 (fonte: meteoweb.eu)

Milano -Expo 2015 sarà una grande occasione di crescita per l’Italia” si sente ripetere in continuazione a proposito del’importante evento mondiale di Milano, eppure, almeno per il momento, si stanno collezionando una serie di gaffe e figuracce che non aiutano di certo l’immagine del paese.

NIENTE TRADUZIONE PER GLI OSPITI INTERNAZIONALI - Dopo l’ironia suscitata a seguito della scelta del nome per il sito web prodotto all’agenzia di comunicazione Lola et Labora, Verybello.it, l’ultima brutta figura è arrivata in occasione di Idee di Expo, evento tenutosi ieri all’Hangar Bicocca in cui si è disquisito a proposito delle maggiori argomentazioni che saranno protagoniste di Expo 2015, legate soprattutto al tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita.
L’evento, vista l’importanza tematica e, soprattutto, diplomatica e relazionale, ha visto la partecipazione del Presidente del Consiglio Matteo Renzi e di Lula da Silva, l’ex presidente del Brasile che ha partecipato tramite collegamento esterno, oltre, ovviamente a ministri e politici provenienti da diverse parti del mondo. Ed è proprio nei confronti delle delegazioni mondiali che si è consumata una pessima gaffe poiché, anche durante il discorso tenutosi da Matteo Renzi, è mancato un qualsiasi servizio di traduzione simultanea, oltre a cartacei e materiali in inglese che avrebbero permesso una piena comprensione ad ogni rappresentante internazionale non avvezzo alla lingua italiana.

Matteo Renzi a 'Idee di Expo' (fonte: expo2015.org)

Matteo Renzi a ‘Idee di Expo’ (fonte: expo2015.org)

LO STUPORE DI REZINA AHMED - Lo sfogo più importante è arrivato dalla voce del console generale del Bangladesh e vicecommissario per Expo 2015 del suo paese, Rezina Ahmed che, al Corriere della Sera, ha espresso tutto il suo stupore e la sua frustrazione per questa cattiva organizzazione: «Nessuna traduzione. Niente cuffie. Nulla. Nemmeno un programma con i titoli delle conferenze. Possibile? Torno a mani vuote, senza poter riferire nemmeno a grandi linee i contenuti di questa giornata. Sono stata invitata a questo evento, come altri ospiti internazionali che non parlano italiano – continua la donna – eppure arrivata qui scopro che non è previsto alcun tipo di servizio di interpretariato».
Rezina Ahmed, arrivata all’Hangar Bicocca con la sua assistente, ha immediatamente chiesto dove trovare il materiale in inglese, gli auricolari per la traduzione e il programma del giorno ma, in accoglienze, le hanno risposto che era stati preparati solamente in italiano; «materiali in inglese erano disponibili ai tavoli tematici, ai quali però noi non partecipiamo» ha testimoniato il console, aggiungendo poi che «in sala eravamo in tanti stranieri e siamo rimasti spiazzati, dispiaciuti, quando la presentazione è iniziata in italiano. Nessuno di noi ha potuto seguire».
Rezina Ahmed conclude poi il suo sfogo augurandosi che, almeno per Expo 2015, sarà previsto un servizio di traduzione simultanea, visto che l’evento attirerà innumerevoli visitatori internazionali.

Ci vorrà quindi ancora qualche sforzo in più, soprattutto per quel che riguarda la lingua, che non si limiti all’inglese maccheronico di “very bello”.

Alessia Telesca

foto: meteoweb.eu; expo2015.org

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews