Evasione, un pensionato prestanome per l’orafo dei calciatori

Assegni fino a 10.000 euro pagati dai calciatori per vari gioielli in oro (www.ilvelino.it)

Assegni fino a 10.000 euro pagati dai calciatori per vari gioielli in oro (www.ilvelino.it)

Alessandria - Il mondo del calcio è sempre più spesso sulle prime pagine di cronaca. Dal calcio scommesse all’evasione fiscale, non mancano società e calciatori che giocano scorrettamente all’esterno del campo. Oggi da Alessandria giunge un’inchiesta della Guardia di Finanza di Valenza che racconta come anche per pagarsi i propri vizi il mondo del calcio e ciò che gli gira attorno non è esente dall’illegalità. I protagonisti della vicenda sono un orafo, un pensionato e alcuni calciatori di Serie A.

I FATTI E LE DENUNCE - Dal 2008 al 2013 per 5 anni i protagonisti della storia hanno portato avanti un sistema di evasione ben architettato ma non perfetto. I calciatori compravano i gioielli dall’orafo ma non l’avrebbero fatto pagando lui direttamente ma, in contanti prima e con assegni dopo, i clienti avrebbero pagato un pensionato. Quest’ultimo andava in banca, caricava gli assegni sul suo conto o depositava i contanti che venivano poi prelevati uno o due giorni dopo. In questo modo per l’orafo niente scontrini e niente iva da pagare.

GLI ACCERTAMENTI - Una spesa che varia dai 50 ai 10.000 euro per i calciatori, per far contenti i propri cari certo. Il pensionato prestanome avrebbe fatto dei giri in molti ritiri di Serie A per alcune estati, poi la voce si sarebbe sparsa anche per l’alta qualità dei gioielli che venivano venduti. Fino ad ora, gli accertamenti hanno verificato l’esistenza di un giro di affari di 2 milioni ma la cifra potrebbe salire. Il sospetto è nato da normali controlli fiscali durante i quali la gioielleria avrebbe dichiarato entrate molto basse.

PER I CALCIATORI NESSUN ILLECITO O QUASI – Nessun nome è arrivato per ciò che riguarda i calciatori in quanto gli accertamenti sono ancora in corso. Si vocifera di giocatori di A e anche di calciatori che oggi militano in altre leghe di massima serie. In realtà i calciatori, una volta accertata il fatto, rischierebbero quanto rischia un bagnante che in spiaggia compra una borsa taroccata o di un cliente che esce dal negozio senza scontrino. Insomma niente di che dal punto di vista giuridico, ma resta la figuraccia di alcuni professionisti che, ingolositi dal mondo che gira attorno a loro, fanno fatica a pensare al pallone e a rispettare le regole.

Domenico Pellitteri

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews