Euroscetticismo: Le Pen chiede aiuto, Grillo rifiuta alleanza

Marine Le Pen chiama i partiti euroscettici

Marine Le Pen chiama i partiti euroscettici

Francia – Domenica 23 marzo si sono svolte le elezioni amministrative in Francia ed i comuni interessati sono stati 36.700, tra cui anche la capitale Parigi. Il Fronte nazionale di Marine Le Pen ha ottenuto un clamoroso successo, conquistando il voto di numerose città e segnando una disfatta inaspettata per il partito di sinistra del presidente Francois Hollande.

UNA COALIZIONE EUROSCETTICA - Maggiormente caricata dall’approvazione popolare, chiaramente espressasi attraverso il voto, Marine Le Pen continua la sua battagliera campagna contro l’Unione Europea, proprio in prossimità delle elezioni parlamentari. La donna, convinta di poter ottenere un ulteriore risultato positivo e il cui partito potrebbe addirittura diventare il primo alle elezioni europee, si rivolge direttamente alle coalizioni degli altri stati al fine di chiedere un deciso supporto per la sua campagna anti-europeista; «Chiedo alle forze euroscettiche del Vecchio Continente di allearsi in difesa degli Stati nazione» per salvaguardare le identità singole dei paesi e per ristabilire la giusta sovranità popolare.

IL NO DI BEPPE GRILLO - Le Pen poi si rivolge direttamente al leader italiano del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, notoriamente critico nei confronti dell’austerità europea; «I nostri partiti sono d’accordo su molti temi, a partire dalla lotta contro l’euro. Al contrario di Fn,Grillo si limita a contestare senza assumersi le proprie responsabilità», afferma la politica criticando il genovese perché non disponibile al dialogo e ad una possibile alleanza. Le proposte di Beppe Grillo, chiaramente espresse nel suo programma e durante le sue molteplici esplicazioni web, riguardando la rinegoziazione del fiscal compact e l’indizione di un referendum sull’euro, tutte argomentazioni condivise dal Fronte nazionale di Marine Le Pen, ma con la quale il Movimento 5 stelle non vuole schierarsi. «Il M5S non è né di destra né di sinistra; allearsi con il Front National in vista delle europee vorrebbe dire spostare l’asse del Movimento a droite» afferma Grillo, continuando nella sua politica solitaria e convintamente contro ogni tipo di coalizione.

IL SI DI SALVINI - Di parere nettamente opposto Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, pronto ad appoggiare il Fronte Nazionale e a dichiarare guerra all’euro, definita dallo stesso come una «moneta criminale che ci affama». Come Salvini anche l’olandese Geert Wilders e l’inglese Nigel Farage sosterranno il partito di Marine Le Pen e la probabile nascita di una nuova coalizione euroscettica.

Alessia Telesca

foto: meridianamagazine.org

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Euroscetticismo: Le Pen chiede aiuto, Grillo rifiuta alleanza

  1. Pingback: FRANCIA. DOPO LA VITTORIA DI LE PEN, HOLLANDE AD UN PASSO DAL BARATRO |

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews