Europa taglia e raggiunge accordo sul bilancio

Budget di bilancio europeo

Bruxelles – La capitale politica d’Europa ha visto riunirsi presso il Consiglio europeo i capi di stato dell’Unione che hanno raggiunto l’atteso accordo per il budget settennale 2014-2020 dopo una lunga riunione durata più di 24 ore. Per la prima volta nella storia dell’Unione europea il budget è stato accettato ma con un sostanziale taglio rispetto a quello del periodo precedente, grazie soprattutto alle pressanti richieste del primo ministro inglese Cameron che sin dall’inizio dei lavori aveva chiesto tagli consistenti, rispondendo ai malumori del suo partito, a costo di far saltare l’accordo.

Le richieste per il budget settennale 2014-2020 erano inizialmente di 1,047 miliardi, ma dopo le pressanti richieste di Cameron e lunghe ore di dibattimento, il Consiglio europeo ha accettato il nuovo budget di 960 miliardi di euro, minore rispetto a quello dei sette anni precedenti che ammontava a 994 miliardi di euro. Cameron si è dovuto scontrare con il veto di Italia, Francia e quasi tutti i paesi dell’est Europa. Ma alleandosi con la Germania, l’Olanda e facendo leva sui malumori dei paesi del nord Europa è riuscito ad ottenere i tagli sperati anche se non è stato raggiunto il target inizialmente scelto dall’UK di 908,4 miliardi. Alla fine ha prevalso il buon senso e tutti i 27 paesi della Comunità europea hanno accettato il nuovo piano per i prossimi 7 anni.

Durante il Consiglio europeo tutti i paesi facenti parte dell’Unione possono porre il veto: se anche solo uno dei paesi d’Europa non è d’accordo, nessuna decisione può essere presa e la discussione deve continuare fintanto che tutti siano d’accordo. Il presidente della Comunità europea Herman Van Ronpuy ha dichiarato che in un momento delicato come questo per tutta l’Unione, il budget, per quanto abbia subito sostanziali tagli, rimane comunque consistente e basterà per tutti i paesi. Per raggiungere il target di 960 miliardi di euro, che corrispondono all’1% del pil europeo, si è dovuto tagliare i fondi stanziati per trasporti, energia e ricerca portando il budget dai 156 miliardi a 126 miliardi. Mentre un altro consistente taglio è stato apportato ai fondi per lo sviluppo dell’agricoltura che è passato dai 420,7 miliardi a 373,2 miliardi.

Consiglio europeo

Rimangono intatti i fondi per la disoccupazione giovanile che ammontano a 6 miliardi di euro, fortemente voluti dallo stesso Van Ronpuy. Uno dei peggiori scenari infatti che si sono venuti a creare come risultato di una crisi senza precedenti è la disoccupazione che ha toccato in tutta Europa livelli esorbitanti. Basti menzionare la Spagna che sta facendo registrare 55,6% di giovani disoccupati.

Cameron riesce anche a ottenere un ulteriore taglio di un milione di euro ai costi amministrativi del parlamento europeo riducendo salari, pensioni, e altri benefit. Un taglio più simbolico che concreto, a detta di molti presenti al summit dei 27 paesi, ma che è in linea con l’orientamento degli ultimi tempi del Uk e il loro desiderio di abbandonare la comunità europea entro il 2017, previo referendum. Viene trovato un accordo anche per i rebate, che in pratica sono i rimborsi concessi ai paesi che contribuiscono di più al funzionamento finanziario dell’Europa ma che ottengono meno in termini economici. I Paesi Bassi hanno ottenuto 696 milioni di euro, come anche Olanda e Svezia, mentre per la prima volta la Danimarca ottiene rimborsi per un ammontare di 130 milioni di euro. La Gran Bretagna che nel 2011 aveva richiesto rebate per un ammontare di 3,6 miliardi di euro, rimane il paese a beneficiare di più di tali rimborsi.

Van Ronpuy ha dichiarato infine che il Consiglio europeo si è preso le proprie responsabilità, accettando il bilancio per i prossimi 7 anni, ora che anche il Parlamento europeo si prenda le proprie responsabilità non respingendo l’accordo preso dal consiglio europeo.

Antonio Tiritiello

Fonti foto: www.publicpolicy.itwww.presseurop.eu

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews