Eurolega: Roma annichilita dal Real, Siena vola a punteggio pieno

Giornata negativa per le italiane in Eurolega: Milano cede il passo contro i quotati turchi dell’Efes Pilsen Istanbul, mentre il PalaLottomatica è terra di conquista per Ettore Messina e il Real Madrid. Tutto facile per Siena contro il Cibona

Tocca a Siena tenere alto l’onore dei colori azzurri in campo europeo: la compagine di coach Simone Pianigiani, ancora in attesa della forma migliore in campionato, va che è un piacere varcati i confini nazionali e rimane imbattuta nel proprio girone.

Montepaschi Siena – Cibona Zagabria 80-57

Pietro Aradori, guardia di Siena (euroleague.net)

Turno agevole doveva essere e turno agevole è stato: Pianigiani opta per riportare Pietro Aradori in quintetto base, nel tentativo di risvegliarlo da una crisi che dura ormai dalle qualificazioni estive con la maglia della Nazionale. Si accomoda in panchina Marco Carraretto, mentre completano il lineup iniziale McCalebb, Moss, Rakovic e Stonerook: Siena parte subito forte e serve una tripla di Pasalic al Cibona per rompere l’inerzia e il 9-0 di parziale firmato Rakovic e McCalebb. Il centro senese è una costante spina nel fianco dei rivali, ma viene limitato una volta di più da problemi di falli che costringono Pianigiani a ricorrere anzitempo all’utilizzo di Lavrinovic. Moss è un fattore in chiusura di quarto e con McCalebb in ritmo partita, l’innesto di Kaukenas scrive la parola fine alle speranze del Cibona.
Il lituano realizza 16 punti in 20 minuti di impiego, mentre il dirimpettaio Bogdanovic, positivo sin qui in Eurolega, non trova la via del canestro e chiude con soli 4 punti: dopo un secondo quarto sostanzialmente a scartamento ridotto, è il terzo quarto a dare a Siena il margine decisivo. Aradori entra finalmente nella partita e il Cibona soffre le continue accelerazioni di McCalebb: l’attacco senese coinvolge tutti gli effettivi e ci sono punti anche per Ress e Stonerook, con il margine a tabellone che si dilata anche nel quarto periodo per il +23 finale.
“Partire in quintetto base trasmette sempre buone sensazioni – ha detto Pietro Aradori a fine gara – ma quando inizi a giocare non ci pensi perché sei concentrato sulla partita. Sono contento della mia prestazione anche se so che posso sempre fare meglio. Piano piano stiamo imparando a conoscerci e siamo contenti della vittoria di stasera”.
Soltanto l’Ulker Fenerbahce si mantiene in scia del Montepaschi, sconfiggendo nel big match di questa terza giornata il Barcellona al PalauBlaugrana: 0 punti per la stellina Ricky Rubio, non bastano Navarro e Pete Mickael, mentre è decisivo dall’altra parte Roko Ukic, ex NBA con il nostro Andrea Bargnani a Toronto.

Lottomatica Roma – Real Madrid 56-74

Durano soltanto un quarto le velleità della Virtus Roma al cospetto del Real Madrid di coach Ettore Messina: il +2 accolto dagli applausi di Boniciolli con cui Giachetti e compagni vanno al primo riposo non è che un fuoco di paglia e un secondo quarto da 26-6 regala agli spagnoli un successo fondamentale in chiave Top 16.
Boniciolli sceglie ancora Giachetti, con Charles Smith, Djedovic, Crosariol e la sorpresa Heytvelt: è proprio il centro a dare la prima scossa emotiva alla partita, con pochi punti nelle mani ma una presenza fisica fondamentale sia in chiave offensiva che in chiave difensiva. Il Real cerca Ante Tomic, ma il lungo croato è ancora una volta troppo preso dal non sporcarsi le mani e così sulle ali di un Crosariol finalmente in grado di garantire una certa continuità di rendimento, Roma sembra poter avere il controllo della gara. Boniciolli punta tutto sulla fisicità e sulla visione di gioco dei due lunghi ed è proprio una gran palla di Crosariol, raddoppiato in post, a scatenare la furia di Nihad Djedovic, mentre è ancora pallida e scialba la prestazione di Charles Smith, sulla carta il leader designato di questa squadra. L’ottimo Djedovic del primo quarto però si spegne di schianto, Heytvelt e Crosariol sono costretti in panchina da problemi di falli e Smith e Washington non incidono: l’ingresso di Velickovic nel secondo quarto spacca in due la partita, con i punti di Tomic e Fischer a scavare il margine che nemmeno i timeout di uno sconcertato Boniciolli riescono a contrastare.
Clay Tucker è un fattore e con 12 punti in 20 minuti è il protagonista dell’allungo decisivo, con il margine che nel terzo quarto scollina addirittura quota 30 sul 30-60 Real Madrid: Roma è tutta nelle giocate di Alì Traorè (12 punti), mentre i forse tardivi ingressi di Vitali, Tourè e Dasic servono solo a rendere meno amaro il punteggio a tabellone.
Il -18 finale è comunque un grosso campanello d’allarme per la franchigia romana, che si vede ora affiancata al comando del girone da Olympiacos, Real e dal sorprendente Brose Bamberg.

Efes Pilsen Istanbul – Armani Jeans Milano 82-74

Mason Rocca ha faticato molto sotto canestro ad Istanbul

Su uno dei parquet più ostici di tutta Europa, l’Armani Jeans Milano è bella solo a metà ed è costretta a cedere il passo ai padroni di casa dell’Efes: Piero Bucchi, sempre contestato dalla tifoseria, non può disporre di Pecherov e deve centellinare il minutaggio di Petravicius, ancora condizionato da un persistente dolore tendineo. In attesa di un acquisto importante per ridare profondità al settore lunghi, l’Armani Jeans punta tutto sul gioco perimetrale, con Morris Finley e Ibrahim Jaaber punti cardine di un attacco che sente la mancanza di Jonas Maciulis, potenzialmente un leader ma troppo timido e soggetto a pause in corso di gara.
La voragine sotto canestro è resa ancora più evidente dai problemi di falli di Mason Rocca, con Bucchi costretto a ricorrere per larga parte del secondo e del terzo quarto anche a Niccolò Melli, giovane speranza della pallacanestro azzurra.
Basta un grande primo quarto ai turchi per scavare il margine che Milano non riuscirà mai a ricucire: a dispetto di quanto dicano le formazioni, il punto debole dell’AJ si rivela la difesa esterna, con Rakocevic, Tunceri e Nachbar letali al tiro da 3 punti. Mancinelli e Melli soffrono oltremodo contro Kerem Gonlum (13 punti e 4/5 al tiro) e nonostante una buona ripresa, Milano rimane sempre un passo indietro.
Ibrahim Jaaber (19 punti) guida la riscossa fino al -4, ma una brutta serie di palle perse concretizzate in facili contropiedi dalla compagine turca vanificano ogni tentativo milanese: c’è spazio anche per una giocata di gran talento di Melli, con giro sul perno e canestro e fallo, oltre che per un gran secondo tempo di Morris Finley, ma sono più le ombre delle luci e il 55% finale al tiro dalla lunga distanza per i turchi la dice lunga su dove Bucchi debba lavorare per le prossime partite.

Andrea Samele

Risultati e Classifiche:

GRUPPO A
Khimki – Caja Laboral 64-60
Zalgiris Kaunas – Prokom 74-68
Partizan Belgrado – Maccabi Electra 54-67

Classifica: Caja Laboral 2-1, Maccabi 2-1, Khimki 2-1, Zalgiris 2-1, Partizan 1-2, Prokom 0-3

GRUPPO B
Virtus Roma – Real Madrid 56-74
Olympiacos – Unicaja Malaga 93-66
Brose Basket – Spirou Chaleroi 79-69

Classifica: Olympiacos 2-1, Lottomatica Roma 2-1, Real Madrid 2-1, Brose Basket 2-1, Unicaja 1-2, Spirou Charleroi 0-3

GRUPPO C
Montepaschi Siena – Cibona Zagabria 80-57
Cholet Basket – Lietuvos Rytas 73-69
Regal Barcellona – Fenerbahce Ulker 61-69

Classifica: Montepaschi Siena 3-0, Fenerbahce Ulker 3-0, Regal Barcellona 2-1, Cholet Basket 1-2, Lietuvos Rytas 0-3, Cibona Zagabria 0-3

GRUPPO D
Efes Pilsen Istanbul – Armani Jeans Milano 82-74
Union Olimpija Lubiana – Panathinaikos 85-84
Power Valencia – CSKA Mosca 82-57

Classifica: Olimpija Lubiana 3-0, Panathinaikos 2-1, Efes Pilsen 2-1, Armani Jeans Milano 1-2, Power Valencia 1-2, CSKA Mosca 0-3

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews