Eurolega: Milano in crisi di nervi, vincono Cantù e Siena

Emporio Armani Milano – Anadolu Efes Istanbul 54-62

Tonfo interno per Milano (repubblica.it)

In una partita in cui dominano le difese, l’impressione è che sia stata più Milano a perderla che l’Efes a vincere: la squadra di Scariolo paga un primo quarto letteralmente imbarazzante, con un Nicholas al limite del ridicolo e un Cook capace di portare sempre confusione e mai ordine e disciplina. I turchi volano, trascinati dall’atletismo sfrenato di Tarence Kinsey, dai centimetri di Stanko Barac e dalla pulizia tecnica di Ilyasova: Borousis è l’unico a provare qualcosa per tenere Milano in partita e alla sirena dell’intervallo lungo il punteggio dice -12. Il terzo quarto è il regno della Armani e dopo una tripla di Fotsis parte la rimonta rabbiosa: Gallinari si carica la squadra sulle spalle, Hairston prova a compensare le carenze offensive mettendoci il fisico e l’Efes si spegne sugli errori balistici di Sasha Vujacic. L’ex Laker non è in partita e quando manca Barac, Kuqo e Batista inanellano nefandezze una dietro l’altra: il recupero di Milano viene interrotto dalla terna arbitrale, protagonista di un metro di giudizio a dir poco discutibile, con eccessiva severità, tanti falli e gioco sempre interrotto.

Scariolo perde le staffe e da -2 Milano torna nel baratro subendo il controparziale turco: il cuore però non manca a Mancinelli e compagni e la partenza dell’ultimo parziale registra un 8-0 che riapre giochi e speranze. Il tiro da 3 manca e quando calano le energie anche la lucidità fa difetto: Rocca e Cook si divorano due canestri già fatti, Hairston forza e il solo Gallinari non basta. I canestri di Barac e Vujacic ridanno fiato ai tifosi turchi e fanno perdere le staffe a Danilo Gallinari: in un corpo a corpo in post contro Barac, l’azzurro caricato di un fallo inesistente attacca verbalmente un arbitro e reagisce spostando il braccio ad un altro. Tecnico, espulsione e uscita dal campo tra l’ovazione del pubblico Armani: finisce con un -8 che fa male, ma che sembra ampiamente alla portata nella gara di ritorno.

Bennet Cantù – Bilbao Basket 78-69

Il Magic Moment canturino in Eurolega continua e la vittima di giornata è il Bizkaia di Bilbao: è la sfida tra due squadre prive di vere stelle e che basano tutto sul collettivo e a prevalere sono gli uomini di Trinchieri, gestiti con maestria da un sempre più incisivo Andrea Cinciarini. Si rivede sul parquet anche Gianluca Basile, perfetto nel pescare i compagni smarcati e nel valorizzare i movimenti di Leunen (14 punti) e Scekic: a spaccare in due il match però è il georgiano Shermadini, il punto di riferimento che tanto è mancato sotto i tabelloni.

Banic e Mumbru provano con iniziative estemporanee a creare i presupposti per un controparziale, ma quando il margine arriva a cavallo della doppia cifra a stupire è la lucidità con cui Cantù gestisce il gioco: mai decisioni scriteriate, forzature ridotte al minimo e ottima reattività per tutti i palloni vaganti. Finisce 78-69, nonostante un Lighty, preso per segnare e trascinare, sempre più ai margini della squadra.

Montepaschi Siena – GS Medical Park 103-77

Tutto facile per Siena e Rimantas Kaukenas (direttanews.it)

Domina di fronte al proprio pubblico il Montepaschi Siena, che continua il suo cammino a punteggio pieno in testa al girone D: quando Kaukenas e McCalebb sono in grado di liberare tutto il loro potenziale offensivo servono veramente gli artificieri per disinnescarli e i turchi del Galatasaray non ne trovano nemmeno uno dal proprio roster.

16 palle perse e soltanto una recuperata nello score turco, con Shumpert e Lakovic a cercare di costruire da un lato, a riuscire a distruggere dall’altro: è la difesa perimetrale infatti il punto debole del GS, con Siena che tira oltre il 50% dall’arco, sfruttando un sempre più in crescita Pietro Aradori (11) e le doti balistiche di Tomas Ress (2/2 da 3). Non c’è storia dal primo fino all’ultimo parziale e coach Pianigiani può già festeggiare una vittoria che può voler dire discorso qualificazione ben avviato, salvo improbabili cataclismi.

Andrea Samele

Risultati e Classifica:

GR A
Caja Laboral – Olympiacos 81-79
Fenerbahce Ulker – SLUC Nancy 90-86
Bennet Cantù – BBB Bilbao 78-69

Caja 3-0, Cantù 2-1, Nancy, Olympiacos, Bilbao e Ulker 1-2

GR B
KK Zagabria – CSKA Mosca 47-89
Brose Baskets – Unicaja Malaga 78-79
Panathinaikos – Zalgiris Kaunas 4/11

CSKA 3-0, Panathinaikos 2-0*, Unicaja 2-1, Brose 1-2, Zalgiris 0-2* e Zagabria 0-3 (* una partita in meno)

GR C
Partizan Belgrado – Spirou Belgacom 91-81
Emporio Armani Milano – Anadolu Efes Istanbul 54-62
Maccabi Electra – Real Madrid 88-82

Madrid, Efes e Maccabi 2-1, Milano, Spirou e Partiza 1-2.

GR D
Montepaschi Siena – GS Medical Park 103-77
Union Olimpia – Asseco Prokom 70-62
Unics Kazan – Barcellona Regal 65-93

Montepaschi e Barcellona 3-0, GS, Kazan e Olimpia 1-2, Prokom 0-3.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews