Eurobasket 2013 : una grande Italia non basta, passa la Lituania

Eurobasket 2013 italia lituania

Eurobasket 2013 Italia – Lituania (foto FIBA Europe)

Ad Eurobasket 2013 l’Italia si gioca con la Lituania la chances non solo di qualificarsi per il mondiale del prossimo anno ma anche di continuare la stupenda marcia in questo torneo.

Per presenziare al Mondiale FIBA è sufficiente una sola vittoria nelle prossime 3 gare e i ragazzi di Pianigiani sono quanto mai convinti di ottenerla contro i baltici. Per arrivare alla finale invece di vittorie ne occorrono ben due. La vincente di questa sfida andrà contro la Croazia, la perdente contro l’Ucraina.

L’inizio degli azzurri è da incubo: dopo pochi minuti la Lituania conduce già 9-2 con Lavrinovic e Maciulis sugli scudi, mentre gli azzurri devono accontentarsi dei pochi canestri di Belinelli e Datome.
I Lituani tirano con ottime percentuali e, guidati da un Calnietis, davvero molto ispirato stasera a dispetto delle sue ultime due uscite, conducono senza problemi alla fine del primo quarto con 7 punti di vantaggio e con un certo dominio a rimbalzo. Dopo 10 minuti comunque il punteggio è 22-15.

Ma Datome e soci non si fanno prendere dal panico e nel secondo quarto lentamente cercano di riorganizzarsi, aggiustando leggermente le percentuali al tiro forzando più palle perse degli avversari e recuperandone in numero maggiore.
È in questo quarto che Belinelli e Gentile, sotto la regia di Diener, ricuciono lentamente il margine fino al -1 di metà gara 40-39 per i lituani. L’ex fortitudino infila in questo quarto un paio di canestri da fuoriclasse autentico tra cui un bel palleggio-arresto e tiro dalla lunetta, e un tiro dall’angolo dopo un rapido movimento di uscita dai blocchi.

Italia lituania eurobasket 2013Il terzo quarto è di grande intensità, vissuto punto a punto, con l’Italia che per la prima volta mette la testa avanti dopo un minuto grazie alla bomba di Datome (41-40) e con continui allunghi da parte di entrambe le squadre: tra gli azzurri particolarmente ispirato appare Cinciarini, ben spalleggiato da Datome e Belinelli, mentre per i connazionali del grande Arvydas Sabonis sono da segnalare le prove, oltre che di Calnietis, anche di Pocius e dei fratelli Lavrinovic. Il terzo quarto si chiude con il vantaggio azzurro 57-56.

Ed è qui che il sogno europeo azzurro finisce, la magia si interrompe, la partita gira nel verso opposto di quello in cui i ragazzi di Pianigiani avrebbero sperato: nei primi 6 minuti dell’ultimo quarto gli azzurri non riescono a far canestro né dalla lunga distanza né da 2 punti, concedendo invece diversi canestri agli avversari e consentono addirittura ad un Montejunas imbarazzante, fino a quel momento, di riprendere fiducia con 2 canestri ravvicinati.

Il baratro in cui i ragazzi italiani sprofondano dopo un parziale di 13-0 prende le sembianze del 58-71. 
Pianigiani capisce che ormai la partita è difficilmente recuperabile ma non smette un minuto di incitare la squadra che fino ad oggi tante soddisfazioni gli hanno dato. Nonostante tutto, sospinti da Gentile, gli azzurri riescono a riavvicinarsi anche a -6 ma alcuni errori di Aradori in attacco, anche banali,  nei minuti finali mettono una pietra sopra ogni speranza di una miracolosa rimonta. Il finale è 81-77 per i lituani ma gli azzurri escono dal campo a testa altissima.

Terminano così le speranze di vincere l’Europeo ma non termina assolutamente la corsa verso un posto per la competizione iridata.
L’Ucraina non è di certo la Lituania e nemmeno la Croazia e, se la truppa azzurra riuscirà a convertire questa delusione per il risultato odierno in voglia di reagire e rabbia agonistica positiva, sicuramente un posto per il mondiale spagnolo del prossimo anno è alla portata.

Edoardo Orlandi
@EdoardoO83

 

Foto FIBA Europe

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews