Euro 2012, Italia-Irlanda 2-0, Croazia- Spagna 0-1: ai quarti Spagna e Italia

ITALIA-IRLANDA 2-0: 35′ pt Cassano (Ita); 45′ Balotelli (Ita).

Poznan - Che sofferenza a Poznan: il caldo, la pressione, la paura hanno influito sulla prestazione degli azzurri, che però alla fine ce l’hanno fatta. La nazionale allenata da Cesare Prandelli passa come seconda del girone C ai quarti di finale. L’Italia non è mai stata capace di imporre il proprio gioco, ma è stata cinica: le poche occasioni capitate sono state capitalizzate al meglio da Antonio Cassano e Mario Balotelli. Antonio e Mario, finalmente coppia gol.

Cesare Prandelli decide di cambiare modulo per l’ultima e decisiva partita del girone: si abbandona il 3-5-2 sperimentato nelle prime due uscite optando per un più collaudato 4-3-1-2. Giocano i terzini Abate e Balzaretti, che dovrebbero garantire maggiore spinta e supporto offensivo rispetto a Maggio e a un poco efficace Giaccherini. Trequartista atipico Thiago Motta: il potente centrocampista del PSG giocherà dietro a Cassano e Di Natale, alternandosi di posizione con Pirlo e Marchisio. Il Trap si affida a un prudente 4-4-2 con cui cercherà di non incassare gol nei primi minuti com’è già avvenuto nei match contro Croazia e Spagna.

Nella prima frazione l’Italia sembra impaurita, bloccata fisicamente e psicologicamente: tanto che dopo soli 4 secondi di gioco l’Irlanda arriva davanti a Buffon con Doyle che però non sfrutta l’occasione. Pochissime azioni pericolose per tutta la prima mezz’ora di gioco: la squadra di Prandelli non si avvicina nemmeno all’area avversaria e gli esterni non supportano la fase offensiva come dovrebbero.

Gli azzurri sembra soffrino il caldo asfissiante della serata di Poznan, cercano Cassano e Di Natale con lanci lunghi che vanno a perdersi sul fondo. Collezionano un gran numero di calci d’angolo senza frutto, finchè al 35′ del primo tempo Pirlo calcia tagliato sul primo palo, Cassano anticipa tutti e di testa colpisce il pallone che va a sbattere sulla parte inferiore della traversa e rimbalza oltre la linea di porta. Finalmente Italia in vantaggio, anche se non del tutto meritato. Il primo tempo si chiude sull’1-0 per gli azzurri, mentre Croazia e Spagna sono ancora sullo 0-0: con questo risultato saremmo qualificati ai quarti con gli spagnoli.

La ripresa vede gli stessi 22 in campo. L’Italia sembra poter avere qualche occasione ripartendo sulle fasce: Balzaretti a sinistra con Cassano forma un ottimo tandem, e arriva spesso al cross pericoloso dal fondo. Un triangolo a metà campo tra Cassano-Thiago Motta-Di Natale porta l’attaccante dell’Udinese al tiro da sinistra, parato da Given. Prandelli opta per dei cambi: fuori Cassano e Di Natale, dentro Diamanti e Balotelli. L’Italia sembra di nuovo soffrire gli irlandesi come la prima mezz’ora del primo tempo, ma negli ultimi 10 minuti di gara accresce il suo possesso palla e manda gli irlandesi in crisi. Al 45′ minuto, subito dopo la notizia del vantaggio della Spagna, Mario Balotelli scaraventa in rete un potente destro in mezza rovesciata sul quale nulla possono O’Shea e Given: 2-0 per gli azzurri e partita chiusa.

L’Italia riesce a qualificarsi ai quarti di finale di Euro 2012 grazie a questa preziosa vittoria contro l’Irlanda di Trapattoni, esempio di grande spirito sportivo: nonostante fossero già eliminati, i verdi hanno lottato fino all’ultimo secondo. Grande prova di De Rossi, Marchisio, Barzagli, Buffon, Cassano. Diamanti e Balotelli al loro ingresso hanno dato filo da torcere ai centrali irlandesi.

CROAZIA-SPAGNA 0-1:  43′ st Jesus Navas (S). 

Danzica – La Spagna ha mantenuto la propria parola: giochiamo solo per vincere. E così è stato. Un gol dell’ala Jesus Navas ha dato i tre punti alla formazione roja a due minuti dal fischio finale, eliminando i croati da Euro 2012.

Gli allenatori Del Bosque e Bilic decidono di schierare le formazioni migliori possibili per l’ultima sfida del girone C. La Spagna conferma l’11 che ha frantumato l’Irlanda, con Fàbregas in panchina per lasciare spazio a un rigenerato Fernando Torres. La Croazia attua solamente un cambio: fuori la giovane promessa Perisic per il più esperto Pranjic.

Nella prima frazione di gioco le squadre sembra non vogliano farsi del male: il possesso palla spagnolo è nettamente superiore a quello croato, ma non crea grandi occasioni da rete. Mandzukic al 28′ entra in area, dove viene affrontato da Sergio Ramos che in tackle colpisce sia palla che piede: l’arbitro tedesco Stark non concede il rigore alla Croazia. Il primo tempo si chiude sullo 0-0, e in questo momento la Croazia sarebbe eliminata. Nella ripresa ci si attende la replica al gol di Cassano.

Nella ripresa la Spagna rischia diverse volte di crollare, ma è Casillas a mantenere in corsa la formazione di Del Bosque. La chiave di volta arriva da un subentrato: Jesus Navas prende il posto di Torres e mette in rete il vantaggio a due minuti dal termine. Attimi di paura sono stati vissuti a Poznan: con l’1-1 si sarebbe rischiato il biscotto. Invece non è stato così: Croazia eliminata, campioni del mondo e d’Europa ai quarti.

TABELLINI:

Italia (4-3-1-2): Buffon; Abate, Chiellini (12′ st Bonucci), Barzagli, Balzaretti; De Rossi, Pirlo, Marchisio; Thiago Motta; Di Natale (29′ st Balotelli), Cassano (17′ st Diamanti).

A disposizione: Sirigu, De Sanctis, Maggio, Ogbonna, Giaccherini, Montolivo, Nocerino, Borini, Giovinco.

Allenatore: Cesare Prandelli

Irlanda (4-4-2): Given; O’Shea, St. Ledger, Dunne, Ward; Duff, Whelan, Andrews, Mc Geady (20′ st Long); Keane (41′ st Cox), Doyle (29′ st Walters).

A disposizione: Westwood, Forde, Kelly, Mc Shane, O’Dea, Gibson, Hunt, Green, Mc Clean.

Allenatore: Giovanni Trapattoni

Ammoniti: 28′ Balzaretti (Ita), 37′ Andrews (Irl), 39′ pt O’Shea (Irl);  26′ De Rossi (Ita), 28′ Buffon (Ita), 39′ St. Ledger (Irl),

Espulsi: 44′ st Andrews (Irl).

Arbitro: Cakir (Turchia)

Croazia (4-2-3-1): Pletikosa; Vida (20′ st Jelavic), Corluka, Schildenfeld, Strinic; Vukojevic (36′ st Eduardo), Rakitic ; Srna, Modric, Pranjic (20′ st Perisic); Mandzukic.

A disposizione: Kelava, Subasic, Simunic, Buljat, , Badelj, Ilicevic, Dujmovic, Kranjcar, Kalinic.

Allenatore: Slaven Bilic

Spagna (4-2-3-1): Casillas; Arbeloa, Piquè, Ramos, Jordi Alba; Xabi Alonso, Busquets; Silva (28′ st Fàbregas), Xavi (44′ st Negredo), Iniesta; Torres (16′ st Jesus Navas).

A disposizione: Valdes, Reina, Junafran, Albiol, Javi Martinez, Cazorla, Pedro, Mata, Llorente.

Allenatore: Vicente Del Bosque

Ammoniti: 28′ Corluka (C), 44′ pt Srna (C); 8′ Strinic (C), 45′ st Jelavic (C), 48′ st Rakitic (C).

Espulsi: nessuno.

Arbitro: Stark (Germania)

 

CLASSIFICA GRUPPO C:

SPAGNA 7

ITALIA 5

CROAZIA 4

IRLANDA 0

Fabio Donolato

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews