Essere precari dentro e fuori: un romanzo e un film ne esplorano il significato

Il variegato “dramma sociale” del precariato incombe sulle nuove generazioni e ha da tempo varcato i confini di problema settoriale, prettamente lavorativo, per invadere quello esistenziale tout court: partendo da questa considerazione, due giovani precari, Ferdinando Morabito e Silvia Lombardo, hanno raccontato la precarietà attraverso due diversi mezzi espressivi, un romanzo e un lungometraggio: si tratta del libro Precarietà a tempo indeterminato e del film La ballata dei precari. Stasera, giovedì 7 aprile, alle ore 19:30,  la Libreria Assaggi sita in via degli Etruschi 4 (San Lorenzo), ospiterà la presentazione del romanzo e l’anteprima del film a cui seguirà il dibattito con l’autore Ferdinando Morabito e la regista Silvia Lombardo, attraverso la lettura dei brani del libro da parte di Federico D’Andrea. Presentano la serata Fabrizio Giona e Laura Dabbene della testata online “Wakeupnews” (www.wakeupnews.eu).

PRECARIETÀ A TEMPO INDETERMINATO – Precarietà a tempo indeterminato non è un libro che focalizza unicamente e in profondità la piaga sociale rappresentata dalla mancanza di lavoro e dalla natura precaria che questo ha assunto negli ultimi anni: il romanzo in questione, infatti, tende ad analizzare il tema della precarietà inteso come fenomeno socio-culturale invasivo che trae la sua linfa vitale da pensieri, atti, regole e motivazioni precarie. La storia è incentrata intorno alle vicende quotidiane di 15 ragazzi, 15 persone di età compresa fra i 23 e i 30 anni e che, quindi, appartengono a pieno titolo a quella categoria antropologica definita “Generazione precaria” o “Generazione mille euro”, un substrato sociale che fa del precariato uno stile di vita: essi non scelgono la precarietà, sembrano quasi subirla allo stesso modo in cui i personaggi di Tolstoj subiscono il fluire inarrestabile della storia. È proprio questa non-scelta che li rende fragili, e che impone loro di attuare continue metamorfosi relativamente alle proprie idee e al proprio modo di agire; i personaggi del romanzo mettono continuamente in discussione le certezze che hanno accompagnato le loro vite, trovandosi molto spesso spiazzati da situazioni nuove e difficili.

Ferdinando Morabito, autore del romanzo

Il precariato è dunque presente in diverse forme, e ovviamente anche in quella “principale”, vale a dire il lavoro: camerieri, operatori di call center e distributori di volantini popolano infatti le pagine del libro, cercando di barcamenarsi alla meno peggio per sbarcare il lunario e inseguire i propri sogni. E poi ci sono i laureati in cerca di occupazione, alle prese con paradossali colloqui e con imprese che non si sa in che modo possono e vogliono valorizzarli. E ancora, c’è spazio per gli arrivisti, per gli arrampicatori sociali senza scrupoli, per chi fa del cinismo la propria bandiera. Tutto si mescola costruendo un enorme vortice che, non a caso, inizia con una “presentazione di massa” dei personaggi. Rispetto alla forma, la scrittura è rapida e punta forte sul dialogo, mettendo in luce aspetti ironici e momenti divertenti, che non fanno mai dimenticare però il carattere fondamentalmente agrodolce della storia narrata: e così, senza un vero e proprio protagonista, i tanti personaggi presentati vivono le proprie emozioni, gli amori e le amicizie in una cornice precaria che influenza interamente pensieri e azioni.

 

LA BALLATA DEI PRECARI – È un film commedia che si compone di 6 episodi, nato dall’idea di tre giovani precari (Silvia Lombardo, Corrado Ceron e Giordano Cioccolini) e realizzato, costo pressoché zero, da una troupe di giovani lavoratori del cinema (età media, 26 anni).

Una scena dell’episodio “Ninna Nanna Ninna NO”

Un’opera prima che nasce con l’intento di rendere giustizia ad un fenomeno che colpisce il laureato come l’impiegato, l’operaio come il ricercatore. E che, a dispetto di quanto si dica in giro, non è solo call center. La precarietà è stata, negli ultimi anni, argomento di conversazione, notizia, spettacolo al cinema e a teatro. Nessuno però, di quelli che hanno trattato l’argomento, ha veramente focalizzato quali siano i problemi che genera una “vita precaria”.  “Del doman non v’è certezza”, per quelli nati dopo il 1970, non è poesia ma un imposto stile di vita: a partita IVA, a progetto, a co.co.pro.  

Al film, realizzato grazie al sostegno dell’Eur Spa che ha fornito tutte le location, ha amichevolmente preso parte l’attrice Geppi Cucciari, nel ruolo di una ginecologa un po’ fuori dall’ordinario nell’episodio “Ninna Nanna Ninna NO”, dedicato alle mamme precarie. Nel cast anche Francesca Faiella (al suo attivo alcuni lavori con Peter Greenaway), Roberta Garzia (la “Gaia” di Camera Café), Marco Cortesi (interprete del film “Il siero della vanità” di Alex Infascelli).

Silvia Lombardo

Un’opera prima corale che si compone – oltre all’episodio citato – di altri cinque corti: “Masterizzati”, sulla formazione “coatta”, “2050”, sull’ipotetico tragico futuro dei laureati di oggi, “Stragisti”, dedicato allo stage non retribuito, “L’ammortizzatore”, la storia di due genitori disperati alla ricerca di una definitiva sistemazione per il proprio figlio precario e “Opera-i”, un musical commedia (amara) con le più celebri arie d’opera riscritte a misura di precario.

Dietro la risata, la provocazione, nella migliore tradizione dell’indimenticabile commedia all’italiana.

Appuntamento a stasera 7 aprile, ore 19:30, presso la Libreria Assaggi, in via degli Etruschi 4 (zona San Lorenzo), Roma.

Foto di Luciano Zanecchia


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews