L’esilarante vera mappa della metro di Milano che fa impazzire il web

La vera mappa della metro di Milano: una legenda dettagliata e stravagante della città meneghina (DailyBest.it)

Il team di DailyBest la presenta come la vera mappa della metro di Milano. E in un certo senso lo è, vista la minuziosità dei dettagli con cui descrive ogni zona della città meneghina, rappresentando una guida esilarante per i turisti in cerca di squarci urbani caratteristici e una legenda divertente per i milanesi doc. La piantina rivisitata è divenuta in poche ore un fenomeno Social, grazie alla sua stravaganza che ha conquistato il web.

ARRIVA LA VERA MAPPA DELLA METRO DI MILANO - La mamma rivisitata della metropolitana milanese è ad opera di alcuni redattori de Il Deboscio che ha preso ispirazione dalla Real Manhattan Subway Map che tanto ha entusiasmato il web. La piantina rivoluziona il senso del viaggio metropolitano fra i quartieri di Milano, rivelando ai pendolari i segreti di ogni fermata e i possibili buffi personaggi che potrebbero incontrare una volta usciti dalle stazioni.

LE FERMATE ESILARANTI - Ed è così che la mappa della metro di Milano diventa uno specchio dinamico sulla realtà cittadina. Il Forum di Assago, zona che ospita i concerti di eccellenza, diventa la fermata Vasco per ricordare i sold out del Komandante al Mediolanum. All’uscita della fermata Montenapoleone si incontrano meridionali e tanta gente che indossa le Hogan, calzatura spesso associata agli outfit di persone abbienti.

Per il filone comunista, la fermata Sesto Primo Maggio si trasforma in Stalingrado, vicina a Bella Ciao e La Classe Operaia è andata in Paradiso. Lungo la piantina vengono poi inquadrate le zone in cui abitano specifici gruppi di persone, tra cui gli ebrei poveri a Bande Nere, le ragazzine cattoliche di Sant’Ambrogio, i bocconiani fuori sede e i vecchi puttanieri sulla linea gialla o i pugliesi a Villa Sangiovanni.

La vera mappa della metro di Manhattan che ha ispirato quella meneghina (hiffingtonpost.com)

UNA MAPPA TUTTA DA RIDERE - C’è anche una sorta di infografica su come trovare oggetti rubati e smarriti, come gli Iphone a Caiazzo. Si possono poi scoprire delle zone pericolose, come la stazione Corvetto segnalata per le Pugnalate e le possibili Rapine a Inganni, e i quartieri in cui è molto attiva la prostituzione, nei pressi delle fermate Marche e Amendola.

Nella stazione Centrale si rischia di incappare in qualcuno che mendica ‘una monetina per andare a Brescia’, mentre alla fermata Udine c’è chi cerca il cimitero e a Zara l’ospedale. Le Manifestazioni confluiscono a Cairoli, mentre per i Gay Pride bisogna scendere a Piazza Venezia.

Tra le indicazioni più poetiche e inquietanti della mappa della metro di Milano, spicca poi quella per la fermata San Babila, dove si avvistano individui  che rispondono alle caratteristiche ‘Corti i capelli, alta la suola, sotto il Moncler una lunga pistola‘.

Rachele Sorrentino

@rockeleisrock

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews