Emergency: è fallito il tentativo di screditarci

Sono liberi i tre medici di Emergency arrestati lo scorso sabato 10 aprile in Afghanistan: oggi è previsto il loro rientro in Italia, mentre ancora nebulosa è la sorte degli operatori afgani arrestati con loro

di Silvia Nosenzo

Cecilia Strada, presidente di Emergency

«Non sono più ritenuti colpevoli i tre italiani che hanno lavorato per il gruppo di aiuti italiano Emergency» afferma un comunicato dell’Afghan National Directorate: Matteo Dell’Aira, Marco Garatti e Matteo Pagani Guazzugli Bonaiuti, i tre medici volontari di Emergency arrestati nell’ospedale di Lashkar-gah sabato 10 aprile, dopo 8 giorni di paura sono stati rilasciati e rientreranno oggi in Italia con un volo di linea.

«Sono tre persone libere, verso di loro non ė stata formulata alcuna accusa» ha dichiarato Cecilia Strada, presidentessa dell’Organizzazione in un’intervista per Peace Reporters, aggiungendo a proposito del tempo necessario per il rilascio: «Una settimana ė troppa, come lo ė anche un’ora sola in mancanza di accuse precise. Non riesco ancora a spiegarmi come sia stato possibile tutto questo. Oggi quando ho sentito Marco Garatti per telefono, sono rimasta colpita da alcune sue parole. Marco mi ha detto che ha bisogno di almeno due o tre giorni di tempo per riprendersi da tutta questa vicenda e dallo spavento. Sottoscrivo questa dichiarazione. Ora tiriamo il fiato, poi cercheremo di capire quello che ė successo e ci ė stato fatto».

I tre medici hanno passato le ultime ore prima del rientro in Italia nell’ospedale di Lashkar-gah, dove Emergency ha eretto una sorta di barriera protettiva nei loro confronti; una volta rientrati in Italia, verranno sentiti dal procuratore aggiunto Pietro Saviotti, titolare dell’inchiesta aperta dalla procura di Roma, per il momento priva di ipotesi di reato.

È arrivata anche la smentita sia da parte di Gino Strada che da parte della Farnesina rispetto alla richiesta di chiudere l’ospedale di Emergency in cambio della liberazione dei tre: «Emergency ha appreso da alcuni giornali italiani che la chiusura dell’ospedale di Lashkar-Gah sarebbe stata una delle condizioni per il rilascio dei suoi operatori», afferma il comunicato di Gino Strada, «A Emergency non risulta nessun tipo di accordo di questo o di altro genere. Gli stessi responsabili dei servizi di sicurezza afgani hanno confermato ai giornalisti quello che già avevano dichiarato ai nostri operatori: che sono stati liberati perché non colpevoli. Il loro rilascio non è quindi dipeso da alcun accordo, ma dal mero accertamento dei fatti. Tutte le decisioni riguardanti la riapertura dell’ospedale di Lashkar-Gah verranno prese da Emergency in collaborazione con il ministero della Sanità afgano». Strada ha comunque ribadito la sua profonda convinzione che il lavoro di Emergency risulta «scomodo per chi dice che sta facendo guerra al terrorismo, quando poi questo si traduce nel massacrare bambini di cinque anni».

Rimane ancora un enigma da sciogliere, quello che riguarda il personale afghano arrestato insieme ai tre medici nell’ospedale di Lashkar-gah. Cecilia Strada ha dichiarato in merito: «Sappiamo che si trovano a Kabul. Si tratta di almeno sei persone, ma potrebbero anche essere nove. Anche verso di loro non ė stata formalizzata alcuna accusa e i nostri avvocati stanno lavorando per tirarli fuori. Anche per loro, fino a prova contraria, vale la presunzione di innocenza. L’ importante a questo punto ė capire se questi uomini sono in stato di fermo o di arresto. E’ ancora tutto nebuloso».

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews