Elezioni europee 2014. Il programma di Scelta Europea e Guy Verhofstadt

elezioni europee 2014 programmi scelta europea

Simbolo di Scelta Europea

Roma – Europa. È la parola chiave che riecheggia in ogni punto del programma con cui Scelta Civica, Centro democratico e Fare per fermare il declino, scendono in campo per le Elezioni europee 2014, sotto il vessillo di Scelta Europea Guy Verhofstadt.

Secondo il programma di Scelta Europea, l’Unione rappresenta il fulcro di ogni agire su scala nazionale e, quindi, anche continentale. Per la lista il problema di dubitare sull’assetto organizzativo che fondò la Ue o sul suo strumento cardine, l’euro, non sussiste. Al contrario l’obiettivo è contribuire a realizzare entrambi pienamente con la concretizzazione economica e federale degli Stati Uniti d’Europa.

Per capire i programmi in ballo in queste elezioni europee 2014, sintetizziamo qui di seguito alcune linee cardine del pensiero che accomuna la lista.

EUROPA FEDERALE – Per l’unione monetaria occorre un’unione politica, dunque una maggiore espressione democratica in ambito europeo laddove ancora molte delle decisioni vengono affidate all’amministrazione intergovernativa tra i singoli Stati.

Secondo Scelta europea occorre colmare il gap democratico: a) creando un Consiglio che assuma il ruolo di Camera degli Stati; b) assunzione di un sistema elettorale maggioritario di collegi uninominali e doppio turno per garantire la piena governabilità; c) responsabilizzazione dei dirigenti secondo standard altamente produttivi; d) totale trasparenza; e) assoluta contendibilità degli incarichi pubblici secondo principi meritocratici.

EUROPA FISCALE – I tagli alla spesa pubblica e la rimodulazione fiscale sono il motore della ripresa in Italia come in Europa. Scelta Europea propone: a) privatizzazioni e liberalizzazioni massicce per tutti gli impianti, aziende o immobili inutilizzati o sotto utilizzati, con modalità e tempi misurati sull’andamento della recessione in ogni Paese; b) allineamento dei sistemi fiscali attraverso un valore di prelievo complessivo fissato per ogni stato membro che manterrebbe, tuttavia, l’autonomia sulle aliquote e la ridistribuzione della spesa; c) allineamento del debito pubblico dei parametri del 60% del Pil.

EUROPA E IMPRESA – La formazione imprenditoriale passa per l’istruzione, scolastica ed universitaria: a) riorganizzazione del sistema scolastico nell’ottica di una maggiore autonomia e responsabilità degli istituti che diverrebbero garanti di una qualità dell’insegnamento davvero competitivo; b) stesso riordino e severità per le università per cui sia prevista anche la possibilità di fallimento per gli Atenei inefficienti; c) Income contingent loans, prestiti d’onore agli studenti meritevoli, rimborsabili con il raggiungimento di un reddito minimo garantito; d) Flexsecurity non solo per i lavoratori nel passaggio da un posto di lavoro ad un altro, ma anche per gli Stati. Lo scopo è di attivare parametri di confronto nell’analisi delle politiche per il lavoro compiute dai Paesi per un miglior assetto del sistema continentale nonché per la destinazione delle sovvenzioni del Fondo Sociale europeo.

Guy Verhofstadt

Guy Verhofstadt, candidato di Scelta Europea per la presidenza della Commissione Europea

EUROPA DELLE BANCHE – Punto obbligato nel programma di Scelta Europea: unificazione del sistema bancario europeo. Da qui: a) divisione netta tra banche d’affari e banche di risparmio; b) creazione di Eurounionbond per incentivare investimenti e crescita; c) lotta alla corruzione.

EUROPA SOLIDALE – Per i liberali democratici, gli Stati Uniti d’Europa devono necessariamente dotarsi: a) di uno spazio giuridico comune che snellisca le procedure civili; b) che riduca i tempi e le ragioni della carcerazione preventiva in quelle penali; c) strutturazione di un organo che tuteli il patrimonio storico, ambientale e culturale continentale, incentivando l’uso di energie rinnovabili e sistemi produttivi ecocompatibili.

EUROPA SENZA FRONTIERE – Il continente minane luogo aperto e fondato sui diritti civili ma le emergenze migratorie richiedono l’interesse di tutti i Paesi. Sicché Scelta Europea aspira a: a) una Difesa comune; b) libero scambio e circolazione dei prodotti extra-europei ma senza che ciò ometta la sicurezza dei consumatori né contraddica i crismi della libera concorrenza del mercato; c) rendere più solido il patto atlantico aumentando l’interscambio commerciale ed economico con l’America del Nord; d) fermezza nei confronti dei Paesi che violano i diritti umani; e) debellare il lucro derivante dall’immigrazione clandestina.

Per le Elezioni europee 2014 puoi leggere il programma/manifesto di Scelta Europea consultabile e scaricabile su:

http://www.sceltacivica.it

LEGGI ANCHE:

Elezioni Europee 2014. Partito democratico, il programma per le europee

Elezioni Europee 2014. Il programma della Lega Nord Autonomie

Elezioni europee 2014. Il programma di Scelta Europea e Guy Verhofstadt

Elezioni europee 2014, quando e come si vota. Ecco liste e candidati

Elezioni europee 2014. Come (non) votano fuori sede e italiani all’estero

Chantal Cresta

Foto || sceltacivicapiemonte.it; elections2014.eu

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Elezioni europee 2014. Il programma di Scelta Europea e Guy Verhofstadt

  1. avatar
    berto 15/05/2014 a 22:40

    Credo che l’Europa Federale sia il passaggio giusto per unire nelle varie diversità i popoli d’Europa.
    L’Europa deve parlare a Voce unica, sia in politica interna sia in politica esterna (L’Europa deve essere un punto di riferimento, vedi la crisi Ucraina-Russia, sia nel vicino Medio – Oriente), in tema bancaria, difesa unica…
    Se sono state fatte delle politiche sbagliate, incrementando la schiera degli euro scettici, perché non si è mai parlato a voce unica, per non accontentare o scontentare i vari paese membri..

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews