Elezioni 2013, la stampa estera: ‘Italia sceglie ingovernabilità’

elezioni 2013Roma – Cala il sipario sulle elezioni 2013:  urne chiuse, scrutini finiti, risultati che portano la definizione “ingovernabile” sulle prime pagine di tutti i giornali del mondo, mentre la stampa italiana inizia il solito gioco al massacro che ha stancato forse quanto la stessa classe politica.

Vediamo come riportano gli eventi elettorali italiani i maggiori giornali statunitensi ed europei.  Dagli Stati Uniti – o meglio dalla redazione romana del New York Times – Rachel Donadio riferisce: «Gli italiani respingono l’austerity, ma il voto da cui emerge una spaccatura potrebbe portare a uno stallo» e commenta, ore prima dei risultati, il risultato del Movimento 5 stelle di Grillo: «Le elezioni sono state vinte dal Movimento 5 stelle dell’ex comico Beppe Grillo, al primo appuntamento elettorale nazionale e che, a questo punto dello spoglio, sembra aver ottenuto il 25% dei voti al Senato».

Un titolo che suona come «Berlusconi politicamente redivivo nel caos delle elezioni italiane» è quello scelto dal Washington Post. «Silvio Berlusconi, per tre volte primo ministro italiano, playboy miliardario e perpetuo imputato […] ha scioccato il Paese lunedì, quando è tornato a coprire una posizione da leader».

Ma il giudizio più inclemente e preoccupato arriva, ovviamente, dal Wall Street Journal: «Dal voto italiano non emerge alcun chiaro vincitore riduce le chance di formare un governo stabile e conferma i peggiori timori degli investitori che l’instabilità politica italiana possa ancora una volta scuotere l’Europa».

In Europa pessime recensioni da parte della stampa tedesca, che non perde occasione per puntare il dito, a ragione, contro l’aggressività e il populismo dei due vincitori “morali” di questa tornata elettorale, Berlusconi e Grillo. Der Spiegel titola senza mezzi termini: «Vince la rabbia di Grillo» mentre Sueddeutsche Zeitung racconta: «Governeranno populismo, urla e menzogne» e aggiunge: «Gli italiani ci hanno mandato questo semplice messaggio: due comici si sono presentati alle elezioni e sono stati ricompensati per le loro urla calunniatrici, Silvio Berlusconi e Beppe Grillo».

Preoccupazioni dalla stampa britannica, che tra l’altro non mostra verso Grillo la benevolenza manifestata dalla stampa a stelle e strisce, infatti Bbc – «Il voto italiano porta verso l’impasse […]  a un Parlamento diviso tra destra e sinistra, provocando nuove ansie sul destino della quarta economia europea» – The Times – «Paura per l’Eurozona dopo che gli italiani hanno votato per un giullare» – The Guardian – «Il risultato del voto in Italia alimenta nuovi timori per l’Euro» - The Financial Times – «Una votazione mozzafiato porta all’instabilità» – e The Indipendent – «Investitori spaventati dal risultato di Berlusconi che fa svanire le speranze di un governo stabile in Italia» – mettono in evidenza l’instabilità dell’Eurozona e dei mercati che potrebbe seguire i risultati elettorali in Italia.

In Francia il conservatore Le Figaro si mostra preoccupato anche per il destino delle filiali italiane di marchi francesi: «Elezioni italiane: la minaccia di uno stallo politico» e più in basso: «Italia, preoccupazioni per le imprese francesi» spiegando la necessità di un governo stabile per combattere la recessione che grava anche sulle aziende francesi nel nostro Paese. Le Monde punta il dito sull’ingovernabilità dell’Italia: «Senza maggioranza al Senato, l’Italia rischia di essere ingovernabile». Libération  dedica la prima pagina dell’edizione cartacea di oggi proprio alle elezioni italiane: «La spaccatura all’italiana» recita il titolo che troneggia su una foto di Bersani sorridente, mentre il catenaccio rincara la dose: «Con una sinistra vittoriosa di misura alla Camera e senza maggioranza al Senato, l’Italia si ritrova ancora una volta fragile e ingovernabile».

Anche la Spagna è sorpresa e preoccupata. Il progressista El Pais apre con  «Gli italiani alle urne hanno guidato il Paese verso l’ingovernabilità» dedicando, in secondo piano, un pezzo a Mario Monti dal titolo: «Mario Monti, dal successo tecnico al fallimento politico». Prevedibile anche il titolo del quotidiano moderato di proprietà dell’italianissima Rcs, El Mundo: «La mancanza di una maggioranza in Italia rende ingovernabile il Paese» e la testata dedica un pezzo anche all’antipolitica di Grillo e all’insuccesso di Monti.

Francesca Penza

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews