Elephant Parade: arte, design e beneficenza

Elephant Parade, edizioni precedenti

MILANO – Fulcro italiano della moda, del design, del lusso, Milano si allinea a città europee come Rotterdam, Anversa, Amsterdam, Londra, Heerlen e Copenaghen  con Elephant Parade, un evento patrocinato dall’Assessorato a Cultura, Expo, Moda, Design del Comune di Milano e dalla Camera Nazionale della Moda.

Dal 15 settembre infatti 80 statue di cuccioli di elefanti hanno invaso la città con i loro colori, in una speciale parata che si estende dal centro storico della capitale meneghina al quadrilatero fashion, dai Navigli fino all’hub internazionale di Malpensa.

Ma non si tratta solo di una manifestazione artistica, Elephant Parade è una mostra open air  di fama mondiale, che coniuga la cultura a costo zero con l’impegno sociale: l’obiettivo è raccogliere fondi per l’Asian Elephant Foundation, impegnata per la salvaguardia dell’elefante asiatico e del suo habitat naturale.

Nata nel 2007, l’iniziativa in tre anni ha raccolto 7 milioni di euro mediante le aste: 4 milioni sono stati donati in beneficenza, e hanno salvato centinaia di elefanti asiatici.

La charity prescelta quest’anno è Fondazione Telethon: “L’abbinamento tra ricerca e creatività artistica ci offre una bella opportunità per portare all’attenzione del pubblico i temi della ricerca e delle malattie genetiche in un modo nuovo e molto efficace”, ha dichiarato Francesca Pasinelli, Direttore generale di Telethon.

È lungo l’elenco degli artisti, nazionali e internazionali, che hanno personalizzato le statue in vetroresina dei mammiferi nasuti. Solo alcuni nomi sono Karim Rashid, Alessandro Mendini, Barnaba Fornasetti, Antonio Cagianelli; dalla Biennale di Venezia 2011 Marcello Lo Giudice, Enrico Lombardi, Annalù, Carla Tolomeo, Manfredi Bennati; scultori come Rabarama, Jacopo Foggini, MOG – Morgana Orsetta Ghini; una delegazione di artisti  thai e un’altra di artisti olandesi.  Numerosi altri artisti hanno contribuito a questa imperdibile parata di due mesi, che si coronerà con la serata di gala del 22 novembre, in cui Christie’s batterà all’asta le opere d’arte a Palazzo del Ghiaccio, per 400 invitati. 

Ma prima gli 80 cuccioli saluteranno la città, dal 19 al 21 novembre, con un’esposizione presso i Frigoriferi Milanesi, luogo di incontro e di scambio dedicato all’Arte e alla Cultura.

di Benedetta Rutigliano

Uno dei cuccioli della Parade

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Elephant Parade: arte, design e beneficenza

  1. avatar
    delia 19/10/2011 a 22:24

    Anche una nostra piccola reporter è stata a Milano a scattare un pò di fotografie a questi splendidi elefanti… sono davvero belli http://www.logorare.com/elephant-parade-milano/

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews