Egitto, il referendum costituzionale si apre con un attentato

Egitto: a un'ora dall'apertura dei seggi per il referendum costituzionale una bomba rudimentale viene fatta esplodere davanti a un tribunale

Al via oggi il referendum per approvare la nuova costituzione

Al via oggi il referendum per approvare la nuova costituzione

Il Cairo – Una bomba artigianale è esplosa stamane davanti a un tribunale del Cairo, quello di Imbaba, poco prima dell’apertura dei seggi per il referendum costituzionale. L’esplosione non ha causato vittime e nemmeno feriti, tuttavia la facciata del tribunale in questione è stata danneggiata. In frantumi anche i vetri di alcune abitazioni e le vetrine di un negozio vicino. L’ordigno è scoppiato alle 7.40 circa, ora locale. A divulgare la notizia, il sito di al-Ahram nonché il ministero dell’Interno.

IL REFERENDUM COSTITUZIONALE – Il referendum costituzionale di oggi, 14 gennaio 2014 e per cui si potrà andare a votare anche domani 15 gennaio, è il primo in Egitto dopo la deposizione dell’ex Presidente Mohamed Morsi, lo scorso luglio. Gli egiziani che hanno il diritto di voto sono circa cinquanta tre mila: sono state prese numerose precauzioni per la sicurezza all’interno dei seggi, ma la consultazione si è comunque aperta all’insegna della tensione. Infatti, l’attuale regime militare, insediatosi la scorsa estate dopo la deposizione di Morsi, ha dispiegato più di centosessanta mila militari per garantire la sicurezza nei seggi in tutto il Paese. Questo referendum è stato fortemente caldeggiato dal regime e il ministro dell’Interno, Mohamed Ibrahim, ha affermato che chiunque si opporrà alla consultazione e cercherà di boicottare il voto e impedire l’affluenza alle urne, verrà punito duramente.

LA BOZZA COSTITUZIONALE – Sembra certa l’approvazione della bozza costituzionale, per cui la precedente costituzione di matrice fortemente islamica verrebbe sostituita da questa. La nuova costituzione rafforzerebbe le istituzioni e attuerebbe nuove leggi per la tutela dei diritti umani. Tuttavia, l’esercito deterrebbe un grandissimo potere. I sostenitori dei Fratelli Musulmani vicini a Morsi e attualmente dichiarati terroristi e tutti in carcere, invitano al boicottaggio, mentre i liberali sembrano propensi per il sì. Tra gli articoli della nuova costituzione compaiono anche quello sulla tutela delle minoranze religiose, nonostante l’islam rimanga la religione di stato e quello sulla garanzia di uguaglianza di diritti e doveri tra uomini e donne.

Mariangela Campo

Foto: www.arabpresse.eu

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews