È morto Ugo Vetere, sindaco di Roma negli anni Ottanta

Ugo Tevere, 88 anni, era di origine calabrese ma visse gran parte della vita a Roma

San Martino al Cimino – Si è spento all’età di 88 anni Ugo Vetere, che fu sindaco di Roma dal 1981 al 1985, succedendo allo storico sindaco Luigi Petroselli, scomparso improvvisamente il 7 ottobre 1981. Il decesso è avvenuto nella casa che possedeva a San Martino al Cimino, una frazione della città di Viterbo. Vetere non era romano: nacque il 23 aprile 1924 a Reggio Calabria, da una famiglia originaria di Cosenza, sebbene il padre lavorasse a Roma, nell’esercito.

Proprio questa nuova sistemazione lavorativa della famiglia permise a Vetere di studiare prima, e lavorare poi nella Capitale. Attivo nella resistenza, si spese nei primi anni del dopoguerra nel difficile mondo del sindacalismo, fino a divenire segretario nazionale della Cgil negli anni ’50. Nel 1966, con le elezioni comunali, entra nel Campidoglio tra le file del Partito Comunista Italiano, che rimase all’opposizione ininterrottamente dal 1948 al 1976 quando venne eletto Giulio Carlo Argan, noto studioso e critico d’arte.

A Vetere spettò succedere a Petroselli, che sebbene avesse governato l’Urbe per appena due anni, era molto amato dalla popolazione cittadina. Come primo cittadino, operò molte iniziative atte a migliorare le difficili condizioni di vita nelle periferie disagiate, e nel 1984 si rese protagonista di un grande gesto di cronaca quando, affrontando personalmente uno squilibrato che teneva in ostaggio molti studenti in una scuola, riuscì a ottenerne la resa. Per questo, il presidente Cossiga gli conferì una medaglia al valore civico. Terminata l’esperienza di sindaco, venne eletto senatore, dopo aver trascorso tre legislature nella Camera dei Deputati.

Molti esponenti della politica hanno espresso le loro condoglianze alla famiglia, e un ricordo del Vetere uomo, oltre che sindaco. David Sassoli, giornalista e candidato alle primarie del Pd per la scelta del nuovo inquilino del Campidoglio, ha scritto su Twitter: «Con la scomparsa di Ugo Vetere perdiamo un sindaco buono e coraggioso. Modello per tutti coloro che concepiscono la politica come servizio». Pensieri anche dall’altro candidato, Ignazio Marino, che ne ha ricordato le parole di apertura. Nel frattempo, il presidente del Consiglio comunale romano, Marco Pomarici, ha fatto sapere che l’aula tributerà oggi omaggio all’ex sindaco scomparso.

Stefano Maria Meconi

@_iStef91

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews