Dove tira il vento? In Cina!

 

Quando si parla di energie rinnovabili, siamo subito indotti a pensare agli Stati Uniti. Secondo l’ultima edizione del “Renewable Energy Country Attractiveness Indices”, però, in pole position tra le nazioni maggiormente interessate all’energia pulita e rinnovabile c’è la Cina, che scavalca ampiamente gli States.

Fino alla fine del 2009, l’America era in testa a questa classifica, ma nell’ultimo anno lo Stato Asiatico l’ha superata raddoppiando quasi l’importo speso per la costruzione di impianti dedicati alla produzione di energia pulita e rinnovabile.

A sentire il Presidente Barack Obama, entro il 2035 gli Stati Uniti produrranno l’80% dell’energia necessaria a soddisfare il fabbisogno nazionale grazie a fonti rinnovabili, ma attualmente distano dall’obiettivo del 20% circa.

I dati recentemente pubblicati indicano come oggi la Cina, rispetto a cinque anni fa, investa quasi il 150% in più impianti per l’energia rinnovabile. In grande crescita troviamo a sorpresa anche la Turchia, con un aumento che supera quasi il 180%.

Ma qual è il segreto della Cina? Cinque anni fa nel Paese è stata promulgata una legge per incentivare le energie rinnovabili, che prevede particolari agevolazioni per l’utilizzo delle tecnologie energetiche pulite e un piano di sviluppo a lungo termine sulla sostenibilità ambientale.

L’Italia, in base alle classifiche della Ernst & Young, si colloca al sesto posto in classifica. Subito dietro agli Stati Uniti (in seconda posizione) troviamo Germania, India e Regno Unito. Secondo un recente grafico realizzato dalla General Electric in collaborazione con la Banca Mondiale, l’Europa non se la cava male: tra i  dieci paesi più “verdi” ne troviamo sette europei, tra cui Islanda, Svezia, Francia, Norvegia, Svizzera, Slovacchia e Belgio.

Di recente pubblicazione da parte del WWF è il dossier “Energy report 2011- 100% ENERGIA RINNOVABILE ENTRO IL 2050 – La Visione”. Tale documento fa il punto sullo stato dell’energia rinnovabile nel mondo, arrivando a concludere che nel 2050 tutta l’energia utilizzata proverrà da fonti rinnovabili.

Nel frattempo, tutti noi dobbiamo cercare di dare un piccolo contributo all’ambiente.

di Veronica Leanza

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews