Domani giornata nazionale delle persone con sindrome di Down

giornata nazionale sindrome di down

aboutpharma.com

Anche quest’anno, il 14 ottobre, si terrà la Giornata Nazionale delle Persone con Sindrome di Down. L’evento, nato nel 2003, è organizzato come sempre dalla Coordown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down) una federazione di Associazioni che hanno deciso di unirsi per attivare e promuovere tutte quelle azioni che hanno l’obiettivo di tutelare i diritti delle persone con sindrome di Down. Cornice di questa importante giornata saranno 200 piazze d’Italia, da nord a sud, tutte unite in una sola voce per ricordare che queste persone non sono cittadini di serie b. Qui i volontari offriranno materiale informativo sulla sindrome di Down e una simpatica tavoletta/messaggio di cioccolato in cambio di una offerta per sostenere tutti i progetti delle associazioni di Coordown.

Tema di questa edizione è il lavoro, scelto non a caso per la situazione attuale di crisi in cui versa l’Italia. Otto ragazzi e ragazze saranno i protagonisti di questa giornata, raccontando le loro esperienze nel mondo del lavoro. Ecco i loro nomi: Alice, Francesco, Giorgia, Matteo, Nicola, Sandra, Simone e Spartaco. Saranno loro che parleranno delle loro avventure nel mondo del lavoro, storie che diventeranno dei video che tutti potranno vedere sul sito dell’associazione (www.coordown.it) o sulla pagina facebook. Infatti, l’integrazione di questi ragazzi nel mondo del lavoro non è utopia e loro ne sono la prova vivente.

Secondo un’indagine della stessa Coordown del 2009 risulta che il 13% delle persone con sindrome di Down lavora stabilmente, un dato in rialzo visto che nel 2007 erano il 10,5%. In una ricerca più recente svolta dal Censis il dato arriva addirittura al 31% in quanto si sono aggiunti anche i tirocini formativi. Un dato significativo e allo stesso tempo allarmante è il raddoppio del numero delle Associazioni che hanno un referente (per la maggior parte è una figura professionale) che cura l’inserimento lavorativo. Ed è allarmante proprio per il fatto che sono quasi esclusivamente le associazioni ad occuparsi di questo aspetto e sopperiscono, fortunatamente, ad una carenza istituzionale. Le persone con sindrome di Down hanno gli stessi diritti e le stesse opportunità, comprese quelle lavorative, di chiunque altro. Purtroppo nella realtà non sempre è così: la colpa è anche di una mentalità e di una cultura impregnati ancora su dei pregiudizi sulla disabilità.

sindrome di down
lastampa.it

Le persone con sindrome di Down non sono, infatti, tutte uguali. Ci sono persone che non sono in grado di lavorare, ma altre, invece, che sono pienamente in grado di svolgere una professione. Ecco perché lo slogan dell’evento quest’anno recita in questo modo: “Siamo differenti. Tra di noi”. Ed è per questo motivo che hanno bisogno di maggiore sostegno, soprattutto da parte delle istituzioni e delle aziende le quali devono avere più coraggio nell’investire su di loro. Il lavoro, infatti, non solo è un loro diritto, ma è anche un importante strumento per assicurare dignità come persone e per far sì che si integrino perfettamente con il resto della società. Sono persone con una grandissima sensibilità e che hanno moltissimo da offrire. Hanno un modo di guardare il mondo e le cose con una semplicità che li contraddistingue. E da tutto ciò noi possiamo solo che imparare.

Stefania Galli

Foto || lastampa.it; aboutpharma.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews