Premi Oscar 2014, che Grande Bellezza! Rivivi la nostra diretta

Diretta Premi Oscar 2014 su Wakeupnews: segui live la notte delle stelle. Annuncio dei vincitori in tempo reale e link per la visione in streaming

diretta-premi-oscar-2014-live-vincitori-tempo-reale-streaming

La consegna dei Premi Oscar 2014 in diretta live su Wakeupnews: vincitori in tempo reale

STREAMING CERIMONIA CONSEGNA OSCAR 2014: CLICCA QUI PER IL LIVE IN LINGUA ORIGINALE (non installare i plugin richiesti per nessun motivo, è solo spam. Attendere i 20/25 secondi di chiusura dello spot, poi cliccare sulla X nera piccola e godetevi lo streaming).

È arrivata quella che molti cinefili definiscono la “notte più bella dell’anno”: l’assegnazione dei Premi Oscar 2014, giunti all’ottantaseiesima edizione, che seguiremo assieme in diretta su Wakeupnews live, con aggiornamenti in tempo reale. La lunga notte prenderà il via alle 18 ora americana (in Italia saranno le 23) con il consueto red carpet davanti allo storico Kodak Theatre di Los Angeles. Noi saremo in diretta dalle 2 ora italiana, quando le stelle di celluloide inizieranno a confluire all’interno del teatro, con commenti ed aggiornamenti in tempo reale che potrete trovare non solo su questa pagina, ma anche sulle nostre pagine social di Twitter, FacebookGoogle Plus, attraverso le quali potrete commentare insieme a noi la grande notte delle stelle di Hollywood. Inoltre renderemo disponibile un link per visualizzare in streaming la cerimonia degli Oscar 2014 in lingua originale.

LO SHOW – L’ottantaseiesima edizione degli Oscar sarà condotta dalla mitica Ellen DeGeneres, famosissima conduttrice TV americana, dichiaratamente lesbica, e autrice di uno dei programmi più seguiti negli USA, l’Ellen DeGeneres Show. Durante la serata, oltre la consueta assegnazione dei premi e i vari siparietti comici, si esibiranno Pharrell Williams con Happy, la colonna sonora del campione d’incassi Cattivissimo Me 2 (candidato come miglior film d’animazione insieme al super favorito Frozen della Walt Disney), e Karen O degli Yeah Yeah Yeahs con The Moon Song, main theme di Her di Spike Jonze, entrambi alla prima nomination della loro carriera. La seconda candidatura è invece quella degli U2 con la bellissima Ordinary Love, dal film  Mandela: long walk to freedom (qui trovate tutte le canzoni in lizza per l’Oscar).

LA “GRANDE BELLEZZA” ITALIANA - Gli occhi italiani saranno tutti puntati, ovviamente, su La Grande Bellezza, il film di Paolo Sorrentino già vincitore del Golden Globe come miglior film straniero, giudicato da molti come il super favorito (e che, nonostante questo, ha diviso la critica in madrepatria), che dovrà però fare i conti, col belga The Broken Circle Breakdown (in arrivo in Italia ad aprile col titolo Alabama Monroe – Una storia d’amore) diretto da Felix Van Groeningen. L’ultima volta che l’Italia ha vinto un premio Oscar per il miglior film straniero risale al 1996, quando Roberto Benigni stravolse letteralmente la sala del Kodak Theater con il suo incontenibile entusiasmo per la vittoria de La vita è bella. L’ultima nomination risale, invece, al 2005, col film La bestia nel cuore di Cristina Comencini. Se questa notte degli Oscar 2014 sarà anche la notte dell’Italia, lo scopriremo assieme live su WakeUpNews, con la nostra diretta a partire dalle ore 2.

DIRETTA PREMI OSCAR 2014 LIVE SU WAKEUPNEWS: VINCITORI IN TEMPO REALE E LINK STREAMING

DICAPRIO VS MCCONAUGHEY – Quella degli Oscar 2014 sarà inoltre la serata di Leonardo DiCaprio, alla sua quinta candidatura (la terza come miglior attore protagonista) per il suo straordinario e spudorato Jordan Belfort di The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese. Come molti sanno, DiCaprio e l’Academy non hanno affatto un buon rapporto, visto che delle cinque nomination assegnategli l’attore non è mai riuscito a portare a casa una statuetta, nonostante la meritasse ampiamente almeno per la sua interpretazione di Howard Huges in The Aviator, sempre di Scorsese. Sebbene sui social network la vittoria di DiCaprio sembri certa, visti i tanti tweet e post a favore dell’attore, Leonardo si scontra con un’interpretazione che potrebbe, anche stavolta, impedirgli di vincere la statuetta “maledetta”: quella, sorprendente, di Matthew McConaughey che con il suo cowboy texano omofobo e malato di AIDS in Dallas Buyers Club (ruolo per il quale l’attore ha dovuto perdere circa 20 kg, fattore che potrebbe influenzare di gran lunga la giuria dell’Academy, che ha sempre dimostrato di gradire molto questo tipo di trasformazioni fisiche) ha stupito positivamente critica e spettatori.

I VINCITORI (QUASI) ANNUNCIATI – I vincitori delle altre categorie appaiono, forse, un po’ più scontati: per l’Oscar 2014 alla miglior attrice protagonista la super favorita è Cate Blanchett con la sua ottima interpretazione in Blue Jasmine di Woody Allen, mentre quello per miglior attore non protagonista potrebbe andare a Jared Leto, “compagno di sventure” di McConaughey in Dallas Buyers Club (nel ruolo di un transessuale anch’egli malato di AIDS). A contendere la statuetta a Leto, un altro favorito: il somalo Barkhad Abdi, l’ex autista di limousine che in Captain Phillips ha recitato vicino a Tom Hanks nel ruolo di un pirata somalo. La statuetta per la migliore attrice non protagonista vede ancora una volta, tra le sue aspiranti candidate, l’ormai habituée Jennifer Lawrence, anche stavolta in profumo di Oscar per la sua interpretazione di American Hustle di David O’Russell, dopo la vittoria come miglior attrice protagonista ne Il lato positivo (sempre di O’Russell). La sorpresa potrebbe essere l’esordiente (e bravissima) Lupita Nyong’O, candidata per 12 anni schiavo di SteveMcQueen.

MIGLIOR REGIA E MIGLIOR FILM – Le previsioni sono difficili per quanto riguarda le categorie “miglior regia” e “miglior film”: sebbene i candidati siano tutti unici ed eccezionali nel loro genere, potremmo azzardare l’ipotesi della colpaccio di Steve McQueen e del suo 12 anni schiavo, il primo per la miglior regia, il secondo per il miglior film. Di premi tecnici (effetti speciali, sonoro, montaggio, fotografia) farà quasi sicuramente incetta Gravity di Alfonso Cuarón (candidato meritatamente anche alla miglior regia), così come, nel 2010, fece Avatar di James Cameron.

diretta-premi-oscar-2014-live-vincitori-tempo-reale-streaming

Le scenografie del Red Carpet tenute al riparo dalla pioggia

“FURTI DA OSCAR” – Nell’attesa della diretta live di WakeUpNews, citiamo qualche “furto da Oscar”, per dimostrare che, molto spesso, un premio Oscar non decreta assolutamente la grandezza o la bellezza (il termine non è affatto casuale…) di un film: tra i grandi assenti negli annali della storia dell’Academy citiamo, da lampante esempio, i grandi Alfred Hitchcock ed Ernst Lubtisch, entrambi vincitori solo di un “misero” Oscar onorario (eppure, film come Psyco, Gli uccelli, La finestra sul cortile, Vogliamo vivere, Ninotchka e Scrivimi fermo posta sono pietre miliari della storia del cinema).

Ma non sono i soli: nel 1941, ad esempio, Quarto potere di Orson Welles fu sconfitto da Com’è verde la mia valle di John Ford; nel 1976, film come Taxi Driver, Tutti gli uomini del presidente e Quinto potere furono battuti con grande sorpresa, da Rocky. L’attore Rex Harrison vinse, nel 1965, l’Oscar al miglior attore per la sua interpretazione in My Fair Lady contro quella, straordinaria, di Peter Sellers ne Il Dottor Stranamore – Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba; nel 1968, Carol Reed vinse come miglior regista per il suo Oliver! contro Stanley Kubrick per 2001: Odissea nello spazio. In tempi più recenti, ricordiamo la vittoria di Jamie Foxx per Ray su Leonardo DiCaprio in The Aviator, e quella di Maryl Streep per The Iron Lady contro Michelle Williams in Marilyn. Ci sarà anche nella notte degli Oscar 2014 qualche “furto” ad opera di un outsider, oppure i pronostici – per quanto complicati – saranno rispettati? Seguire la nostra cronaca live con l’annuncio dei vincitori in tempo reale è l’unico modo che avete per scoprirlo. Vi ricordiamo che sarà anche possibile guardare in streaming la cerimonia grazie al link che vi forniremo in nottata.

GLI OSCAR 2014 E GOOGLE GLASS - Un po’ di sano marketing non poteva mancare. Ed allora ecco che uno splendido video di ringraziamento a tutti coloro che hanno lavorato dietro le quinte per mettere in piedi la notte degli Oscar 2014, diventa una vetrina per Big G. Il video che segue, e che ringrazia tutti i collaboratori, da chi ha curato il design del palco fino al commesso che si occuperà di parcheggiare le auto dei vip, è stato infatti realizzato utilizzando la prospettiva dei rispettivi lavori vista attraverso gli ipertecnologici Google Glass.

DIRETTA PREMI OSCAR 2014 LIVE SU WAKEUPNEWS: TUTTE LE NOMINATION - Di seguito tutti i candidati ai Premi Oscar 2014, dalle categorie principali fino a quelle tecniche. Oltre ai vincitori nominati dalla giuria dell’Academy Award, sarà assegnato il Premio umanitario Jean Hersholt ad Angelina Jolie e verranno consegnati tre Oscar alla carriera: due agli attori Steve Martin ed Angela Lansbury (la notissima Jessica Fletcher de “La Signora in giallo”) e uno al costumista italiano Piero Tosi, che ha lavorato al fianco – tra gli altri – di Luchino Visconti, Mario Monicelli e Franco Zeffirelli.

Nomination Oscar 2014

Miglior film

  • 12 anni schiavo (12 Years a Slave), regia di Steve McQueen
  • American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle), regia di David O. Russell
  • Captain Phillips – Attacco in mare aperto (Captain Phillips), regia di Paul Greengrass
  • Dallas Buyers Club, regia di Jean-Marc Vallée
  • Gravity, regia di Alfonso Cuarón
  • Lei (Her), regia di Spike Jonze
  • Nebraska, regia di Alexander Payne
  • Philomena, regia di Stephen Frears
  • The Wolf of Wall Street, regia di Martin Scorsese

Miglior regia

  • David O. Russell – American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle)
  • Alfonso Cuarón – Gravity
  • Alexander Payne – Nebraska
  • Steve McQueen – 12 anni schiavo (12 Years a Slave)
  • Martin Scorsese – The Wolf of Wall Street

Miglior attore protagonista

  • Christian Bale – American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle)
  • Bruce Dern – Nebraska
  • Leonardo DiCaprio – The Wolf of Wall Street
  • Chiwetel Ejiofor – 12 anni schiavo (12 Years a Slave)
  • Matthew McConaughey – Dallas Buyers Club

Miglior attrice protagonista

  • Amy Adams – American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle)
  • Cate Blanchett – Blue Jasmine
  • Sandra Bullock – Gravity
  • Judi Dench – Philomena
  • Meryl Streep – I segreti di Osage County (August: Osage County)

Miglior attore non protagonista

  • Barkhad Abdi – Captain Phillips – Attacco in mare aperto (Captain Phillips)
  • Bradley Cooper – American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle)
  • Michael Fassbender – 12 anni schiavo (12 Years a Slave)
  • Jonah Hill – The Wolf of Wall Street
  • Jared Leto – Dallas Buyers Club

Migliore attrice non protagonista

  • Sally Hawkins – Blue Jasmine
  • Jennifer Lawrence – American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle)
  • Lupita Nyong’o – 12 anni schiavo (12 Years a Slave)
  • Julia Roberts – I segreti di Osage County (August: Osage County)
  • June Squibb – Nebraska

Migliore sceneggiatura originale

  • David O. Russell e Eric Warren Singer – American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle)
  • Woody Allen – Blue Jasmine
  • Craig Borten e Melisa Wallack – Dallas Buyers Club
  • Spike Jonze – Lei (Her)
  • Bob Nelson – Nebraska

Migliore sceneggiatura non originale

  • Richard Linklater, Julie Delpy e Ethan Hawke – Before Midnight
  • Billy Ray – Captain Phillips – Attacco in mare aperto
  • Steve Coogan e Jeff Pope – Philomena
  • John Ridley – 12 anni schiavo
  • Terence Winter – The Wolf of Wall Street

Miglior film straniero

  • Alabama Monroe – Una storia d’amore (The Broken Circle Breakdown), regia di Felix Van Groeningen (Belgio)
  • La grande bellezza, regia di Paolo Sorrentino (Italia)
  • Il sospetto (Jagten), regia di Thomas Vinterberg (Danimarca)
  • The Missing Picture, regia di Rithy Panh (Cambogia)
  • Omar, regia di Hany Abu-Assad (Palestina)

Miglior film d’animazione

  • I Croods (The Croods), regia di Kirk De Micco e Chris Sanders
  • Cattivissimo me 2 (Despicable Me 2), regia di Pierre Coffin e Chris Renaud
  • Ernest & Celestine, regia di Stéphane Aubier, Vincent Patar e Benjamin Renner
  • Frozen – Il regno di ghiaccio (Frozen), regia di Chris Buck e Jennifer Lee
  • Kaze tachinu, regia di Hayao Miyazaki

Migliore fotografia

  • Philippe Le Sourd – The Grandmaster
  • Emmanuel Lubezki – Gravity
  • Bruno Delbonnel – A proposito di Davis (Inside Llewyn Davis)
  • Phedon Papamichael – Nebraska
  • Roger Deakins – Prisoners

Miglior scenografia

  • Judy Becker e Heather Loeffler – American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle)
  • Andy Nicholson, Rosie Goodwin e Joanne Woollard – Gravity
  • Catherine Martin e Beverley Dunn – Il grande Gatsby (The great Gatsby)
  • K.K. Barrett e Gene Serdena – Lei (Her)
  • Adam Stockhausen e Alice Baker – 12 anni schiavo (12 years a slave)

Miglior montaggio

  • Jay Cassidy, Crispin Struthers e Alan Baumgarten – American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle)
  • Christopher Rouse – Captain Phillips – Attacco in mare aperto (Captain Phillips)
  • John Mac McMurphy e Martin Pensa – Dallas Buyers Club
  • Alfonso Cuarón e Mark Sanger – Gravity
  • Joe Walker – 12 anni schiavo (12 years a slave)

Migliore colonna sonora

  • Steven Price – Gravity
  • William Butler e Owen Pallett – Lei (Her)
  • Alexandre Desplat – Philomena
  • Thomas Newman – Saving Mr. Banks
  • John Williams – Storia di una ladra di libri (The Book Thief)

Migliore canzone

  • Happy, musica e parole di Pharrell Williams – Cattivissimo me 2 (Despicable Me 2)
  • Let it Go, musica e parole di Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez – Frozen – Il regno di ghiaccio
  • The Moon Song, musica e parole di Karen O e Spike Jonze – Lei (Her)
  • Ordinary Love, musica e parole di Paul Hewson, David Evans, Adam Clayton, Larry Mullen e Paul Hewson – Mandela: Long Walk to Freedom

Migliori effetti speciali

  • Tim Webber, Chris Lawrence, Dave Shirk e Neil Corbould – Gravity
  • Joe Letteri, Eric Saindon, David Clayton e Eric Reynolds – Lo Hobbit – La desolazione di Smaug
  • Roger Guyett, Patrick Tubach, Ben Grossmann e Burt Dalton – Into Darkness – Star Trek
  • Christopher Townsend, Guy Williams, Erik Nash e Dan Sudick – Iron Man 3
  • Tim Alexander, Gary Brozenich, Edson Williams e John Frazier – The Lone Ranger

Miglior sonoro

  • Chris Burdon, Mark Taylor, Mike Prestwood Smith e Chris Munro – Captain Phillips – Attacco in mare aperto (Captain Phillips)
  • Skip Lievsay, Niv Adiri, Christopher Benstead e Chris Munro – Gravity
  • Skip Lievsay, Greg Orloff e Peter F. Kurland – A proposito di Davis (Inside Llewyn Davis)
  • Christopher Boyes, Michael Hedges, Michael Semanick e Tony Johnson – Lo Hobbit – La desolazione di Smaug
  • Andy Koyama, Beau Borders e David Brownlow – Lone Survivor

Miglior montaggio sonoro

  • Steve Boeddeker e Richard Hymns – All Is Lost
  • Oliver Tarney – Captain Phillips – Attacco in mare aperto (Captain Phillips)
  • Brent Burge – Lo Hobbit – La desolazione di Smaug
  • Glenn Freemantle – Gravity
  • Wylie Stateman – Lone Survivor

Migliori costumi

  • Michael Wilkinson – American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle)
  • William Chang Suk Ping – The Grandmaster
  • Catherine Martin – Il grande Gatsby (The great Gatsby)
  • Michael O’Connor – The Invisible Woman
  • Patricia Norris – 12 anni schiavo (12 years a Slave)

Miglior trucco e acconciatura

  • Adruitha Lee e Robin Mathews – Dallas Buyers Club
  • Stephen Prouty – Jackass Presents: Bad Grandpa
  • Joel Harlow e Gloria Pasqua-Casny – The Lone Ranger

Miglior documentario

  • The Act of Killing, regia di Joshua Oppenheimer e Signe Byrge Sørensen
  • Cutie and the Boxer, regia di Zachary Heinzerling e Lydia Dean Pilcher
  • Dirty Wars, regia di Richard Rowley e Jeremy Scahill
  • The Square, regia di Jehane Noujaim e Karim Amer
  • 20 Feet from Stardom, regia di Morgan Neville

Miglior cortometraggio documentario

  • CaveDigger, regia di Jeffrey Karoff
  • Facing Fear, regia di Jason Cohen
  • Karama Has No Walls, regia di Sara Ishaq
  • The Lady in Number 6: Music Saved My Life, regia di Malcolm Clarke e Nicholas Reed
  • Prison Terminal: The Last Days of Private Jack Hall, regia di Edgar Barens

Miglior cortometraggio

  • Aquel No Era Yo (That Wasn’t Me), regia di Esteban Crespo
  • Avant Que De Tout Perdre (Just Before Losing Everything), regia di Xavier Legrand e Alexandre Gavras
  • Helium, regia di Anders Walter e Kim Magnusson
  • Pitääkö Mun Kaikki Hoitaa? (Do I Have to Take Care of Everything?), regia di Selma Vilhunen e Kirsikka Saari
  • The Voorman Problem, regia di Mark Gill e Baldwin Li

Miglior cortometraggio d’animazione

  • Feral, regia di Daniel Sousa e Dan Golden
  • Mr. Hublot, regia di Laurent Witz e Alexandre Espigares
  • Possessions, regia di Shuhei Morita
  • Room on the Broom, regia di Max Lang e Jan Lachauer
  • Tutti in scena! (Get a Horse!), regia di Lauren MacMullan e Dorothy McKim

Oscar 2014 alla carriera

Steve Martin
Angela Lansbury
Piero Tosi

Premio umanitario Jean Hersholt

Angelina Jolie

SEGUI LA DIRETTA DEI PREMI OSCAR 2014 LIVE SU WAKEUPNEWS: VINCITORI IN TEMPO REALE E STREAMING

David Di Benedetti
@davidibenedetti

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

14 Risponde a Premi Oscar 2014, che Grande Bellezza! Rivivi la nostra diretta

  1. avatar
    memez 03/03/2014 a 01:03

    stiamo cercando di seguire la cerimonia del red carpet, ma tutti i link “ufficiali” mostrano l’evento del 2013…

    Rispondi
    • avatar
      Francesco Guarino 03/03/2014 a 01:24

      Abbiamo appena aggiunto il link dello streaming alla cerimonia 2014. Lo troverà nella nostra pagina sotto la finestra del live, buona visione!

      FG

      Rispondi
  2. avatar
    Adele 03/03/2014 a 01:46

    Speriamo in una notte degli oscar italiana!!!!

    Rispondi
  3. avatar
    weena 03/03/2014 a 01:48

    ma dove sta il link? dov’è la finestra live?? boh nn lo trovo

    Rispondi
  4. avatar
    Giuseppe 03/03/2014 a 02:07

    Tra quanto più o meno sarà disponibile il link della cerimonia di assegnazione? e dove lo potrò trovare?

    Rispondi
  5. avatar
    vortix 03/03/2014 a 02:09

    Lo streaming inizierà al momento della diretta?

    Rispondi
  6. avatar
    Giuseppe Elia 03/03/2014 a 02:34

    Scusate ma dove si trova il link per lo streaming?

    Rispondi
  7. avatar
    andrea 03/03/2014 a 02:37

    Non si vede il live

    Rispondi
  8. avatar
    Francesco Guarino 03/03/2014 a 02:51

    Abbiamo aggiunto un nuovo link per lo streaming: cliccateci sopra per aprire il video in una nuova finestra.

    FG

    Rispondi
  9. avatar
    Giuseppe 03/03/2014 a 02:55

    Da problemi di connessione

    Rispondi
  10. avatar
    andrea 03/03/2014 a 03:01

    Nulla dice pagina non trovata

    Rispondi
  11. avatar
    Francesco Guarino 03/03/2014 a 03:08

    Inserito nuovo link.
    IMPORTANTE: non installate nulla di ciò che vi viene richiesto, è tutto spam e/o pubblicità. Attendete solo la chiusura del countdown pubblicitario.

    FG

    Rispondi
  12. avatar
    Santa Battaglia 03/03/2014 a 03:30

    un tweet di uno grande critico cinematografico… questa è davvero giornalismo

    Rispondi
  13. avatar
    Kiara 03/03/2014 a 04:31

    Perché doveva ringraziare clooney?! Uffa non sono a casa non ho Sky e non riesco a vedere niente da nessuna parte heelppppp!!!!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews