Del Piero a Sydney: “Proposte dall’Italia, ma impossibile cambiare maglia”

(foto da sport.sky.it)

Sydney – L’ultimo assalto del Liverpool aveva fatto pensare ad un possibile colpo di scena, ma alla fine è arrivato l’annuncio ufficiale. Alessandro Del Piero indosserà nelle prossime due stagioni la maglia del Sydney F.c. Per l’ex capitano bianconero è pronto un contratto da 1,6 milioni di euro all’anno, che lo renderà il più ricco calciatore dell’A-League oltre che un vero e proprio ambasciatore del calcio australiano.

Quello della bandiera juventina, dopo 19 anni con la stessa maglia, potrebbe essere solamente un arrivederci alla città di Torino o almeno così sperano i tanti tifosi della Vecchia Signora, i quali si augurano di poterlo rivedere presto nella dirigenza perchè, come continuano a ripetere, Del Piero e la Juve sono una cosa sola.

Il celebre e prematuro annuncio di Andrea Agnelli rimane certamente l’unico neo di una stagione perfetta, e forse l’ultima di Del Piero in bianconero, “la più complicata” come ripete in conferenza stampa, non poteva che essere così. Se n’è andato alzando al cielo un trofeo, vissuto non da comparsa, ma da assoluto protagonista. Non sono stati molti i minuti a disposizione dei Alex, ma sono comunque risultati di fondamentale importanza per il raggiungimento dello Scudetto. La punizione decisiva nel finale con la Lazio e la rete del 2-0 nella sfida casalinga con l’Inter restano due delle immagini più felici della cavalcata bianconera verso il titolo.

Le sua “numero 10″ resta anche quest’anno la maglia più venduta e quando i giornalisti glielo ricordano, Alex trattiene a stento l’orgoglio e dichiara: “Ringrazio tutti quelli che hanno voluto comprarla. Non nego che un sorriso mi è scappato quando ho letto che è stata la più venduta. Ma ora avrò un’altra maglia e spero che avrà le stesse emozioni da altri punti di vista. Il 10 alla Juve? Non so perché nessuno l’ha scelta o perché la società non l’ha data a nessuno”.

Ai quesiti sulla scelta di Sydney e su eventuali proposte provenienti dalla Serie A, Del Piero spiega: “Io mi sento coerente. Il fatto di non aver accettato un’altra offerta dall’Italia non è perchè vedo le altre squadre italiane come nemiche ma perchè era giusto così. Però, ripeto, mi ha fatto piacere ricevere proposte da club che mai avrei pensato”.

Ora pero’ Alex è concentrato sulla sua nuova avventura, un’avventura “da calciatore al 100%” come tiene a sottolineare.  ”Devo ammettere che alla fine di questo lungo viaggio non poteva esserci posto migliore. Quello che è accaduto ha un senso e sono felice di poter cominciare quest’avventura. Lo farò con l’entusiasmo di chi scopre una cosa nuova. Ho voglia di confrontarmi con un paese che è all’avanguardia dal punto di vista sportivo. Cercherò di fare in modo che il calcio australiano possa evolversi anche grazie ai miei consigli. Spero che gli australiani e i tanti italiani che ci sono lì possano divertirsi e che il calcio possa diventare uno sport nazionale di primo livello”.

Non ci resta che salutare Del Piero con un grande in bocca al lupo. La speranza è che tra due anni torni a far parte del nostro campionato, perché anche senza gli scarpini ai piedi non potrà che dare al calcio italiano un contributo di grande lealtà, professionalità ed intelligenza sportiva, gli stessi valori da sempre messi in campo da uno dei più grandi campioni della storia di questo fantastico sport.

Davide Lopez

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews