Costa Concordia, piccoli passi verso il baratro

La Costa Concordia vista dal porto del Giglio (ultimaora.net)

Sessanta centimetri in tre settimane. Possono sembrare pochi, ma quando a pochi passi c’è uno scalino che spalanca le porte del mare aperto, la paura è tanta. I movimenti impercettibili della nave Costa Concordia adagiata sui fondali del Giglio continuano a rosicchiare centimetri giorno dopo giorno.

Le operazioni di pompaggio del carburante dai serbatoi proseguono a fasi alterne, interrotti a più riprese dal maltempo che in questi giorni ha fatto alzare un forte vento anche nei pressi dell’Isola del Giglio. Tra oggi e domani si potrebbe ricominciare a togliere carburante dalla nave, ma nulla viene dato per certo.

«Il giorno in cui non ci sarà più carburante, sarò più sereno» ha detto il capo della Protezione Civile Franco Gabrielli, che oggi probabilmente incontrerà sull’isola il presidente e amministratore delegato di Costa Pierluigi Foschi, che torna al Giglio per la terza volta dalla data della tragedia.

L’obiettivo è di rimuovere il carburante rimasto nei serbatoi il prima possibile, per poi procedere al frazionamento e alla rimozione della carcassa della Concordia. Sempre secondo Gabrielli i tempi sono stimati in sette mesi per il frazionamento e circa dieci per la rimozione completa, stando a quanto riferito da Costa.

Il ministro dell’Ambiente Corrado Clini ha richiesto un intervento «non condizionato dai costi. Più lungo è l’intervento e più importanti sono i danni. Su questo siamo stati chiari con la compagnia». La lunga agonia della nave dei sogni è appena cominciata.

Francesco Guarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews