Coppia condannata al risarcimento per aver detto: “Frocio mi fai schifo”

Palermo - I fatti risalgono a due anni fa, quando due coniugi insultarono per strada a Bagheria, vicino Palermo, un ragazzo,  apostrofandolo con insulti come “frocio”, “mi fai schifo” e schiaffeggiandolo davanti ad alcune persone. La coppia era probabilmente convinta di farla franca, ma il giovane decise di non fare finta di nulla: sporse denuncia e si affidò ai legali di Arcigay.

Il processo, apertosi nel 2010 davanti al Giudice di Pace, che ha ammesso Arcigay quale parte civile, si è  concluso con la condanna dei coniugi di Bagheria alla pena di euro 200 di multa l’una e 1.000 euro l’altro, oltre al pagamento delle spese  processuali.  Il giudice ha poi condannato gli imputati a risarcire i danni  subiti dal ragazzo e dall’Arcigay pagando 500 euro.

Si tratta di una delle pochissime sentenze in Italia e dell’unica in Sicilia, in cui ad un’associazione per la difesa dei diritti degli omosessuali viene riconosciuto un risarcimento, una sentenza che Arcigay Palermo non esita a definire storica. Lo scorso anno, a Rimini, un giudice del tribunale aveva riconosciuto Arcigay come parte civile, in un processo con movente omofobo, condannando l’imputato a cinque anni e ad un risarcimento di 15 mila euro per violenza sessuale, furto e minacce ai danni di una persona omosessuale.

Soddisfatta Paola Concia, deputata del Pd, che però torna ad incalzare il governo: “La sentenza, che è comunque positiva e segnala che i giudici volenterosi si ingegnano, a volte, per trovare uno strumento per punire gli omofobi dimostra, ancora una volta, che c’è un buco legislativo. Come Pd e Idv abbiamo ripreso la discussione in commissione della proposta di estendere la legge Mancino ai reati di omofobia e transfobia: siamo chiamati, noi tutti, a prendere una decisione politica. I ministri Elsa Fornero e Paola Severino, ai quali ho già chiesto un incontro, si sveglino da questo torpore e ci aiutino a far approvare una legge che tuteli le persone omosessuali e transessuali”.

Davide Lopez

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews