Conte saluta la Juventus. Sarà l’erede di Prandelli?

Conte

Incredibile ma vero: Antonio Conte non è più l’allenatore della Juventus.

DOMINIO ITALIANO - Con la squadra bianconera, Conte in Italia ha vinto tre campionati di fila e due supercoppe italiane. Il primo scudetto lo conquistò ottenendo 84 punti finali, quattro in più rispetto al Milan di Allegri campione in carica. L’anno successivo arrivò a quota 87 mentre il Napoli si fermò a 78. Nella stagione terminata poco più di due mesi fa, invece, la squadra di Conte ha stabilito il record di 102 punti. Neanche una grande Roma guidata da Rudi Garcia è riuscita a fermare la cavalcata trionfale della società guidata da Andrea Agnelli.

DELUSIONI EUROPEE - In Europa invece Conte ha faticato, e anche parecchio. Due anni fa i bianconeri furono eliminati ai quarti di finale dal Bayern Monaco, squadra che poi avrebbe conquistato il trofeo battendo in finale il Borussia Dortmund. L’anno scorso, la Juventus uscì clamorosamente nella fase a gironi a causa del pareggio contro il Copenaghen nella prima partita e della sconfitta contro il Galatasaray fra mille polemiche per la presunta impraticabilità del campo. A segnare la rete decisiva, fu l’ex interista e quindi acerrimo rivale Wesley Sneijder. In Europa League, Conte non è riuscito a giocare una storica finale allo Juventus Stadium a causa dell’eliminazione avvenuta in semifinale per mano del Benfica.

FUTURO AZZURRO? - La domanda che tutti si pongono è: chi sostituirà Conte alla Juventus? I nomi che si stanno facendo sono quelli dei soliti noti: l’ex milanista Massimiliano Allegri e Luciano Spalletti che tanto bene fece alla Roma, senza però riuscire a vincere lo scudetto, e che poi si trasferì in Russia ad allenare lo Zenit San Pietroburgo. Difficile invece pensare che l’erede dell’allenatore nato a Lecce il 31 luglio 1969 possa essere Roberto Mancini. Il quale non solo ha allenato l’odiata Inter, ma ha anche sbattuto Vidal e compagni fuori dall’ultima Champions League. Non è da escludere, invece, che Conte possa diventare il prossimo allenatore della nazionale.

LE PAROLE DI AGNELLI - Ecco la lettera che Andrea Agnelli ha scritto all’ormai ex allenatore della Juventus:

“Caro Antonio, Sei stato un grande condottiero per i nostri ragazzi e la notizia di oggi mi rattrista enormemente.

Penso ai tre anni trascorsi insieme, tre anni che ci hanno portato a scrivere la storia di questa Società: tre scudetti consecutivi, due Supercoppe italiane, ma sopratutto un percorso di crescita esponenziale.

Ma di fronte ai sentimenti e alle ragioni personali anche un Presidente deve fare un passo indietro.

Sono passati oggi solamente due mesi dall’ultima grande vittoria e la Juventus deve continuare il suo percorso. Si riparte da zero. Da zero punti in classifica, come gli altri, e da zero vittorie.

Ma questa società è dotata oggi di un gruppo dirigente giovane, preparato e coeso che in questi anni ha saputo trovare l’ambizione e la determinazione per conquistare ogni traguardo.

La Juventus riparte da un gruppo di atleti di grande talento e professionalità, che saprà mettersi a disposizione del nuovo tecnico per continuare a scrivere il presente e il futuro. Alla storia dei colori bianconeri hai contribuito anche tu e so che, qualunque scelta tu faccia, la notizia di una vittoria juventina ti strapperà sempre un sorriso.

Beppe, Fabio, Pavel ed io, insieme con tutti i giocatori, i dirigenti e i dipendenti continueremo a lavorare giorno e notte perché questo è ciò che meritano i tifosi juventini, che merita la Juventus. E chi ci lavora sa di dover essere ogni minuto all’altezza di questa grande società.

Grazie di tutto Antonio.

Fino alla fine…
AA”

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews