Guida pratica al Fantacalcio: l’asta iniziale, strategie e suggerimenti

fantacalcio-3

Per gli appassionati di calcio, l'equazione campionato=fantacalcio è ormai una realtà consolidata (maidirecalcio.com)

Come in tutte le esperienze della vita, è fondamentale il primo passo. Ma per i fantallenatori esso diventa quasi tutto, sicuramente essenziale. Con l’asta di inizio stagione del fantacalcio, infatti, si selezionano i migliori giocatori della serie A, ma soprattutto si da un’impronta fondamentale alla propria squadra. Nei prossimi giorni vi daremo qualche suggerimento su come impostare al meglio una squadra di fantacalcio nell’ottica di una lega tra amici (le cui regole specifiche variano soprattutto in fase d’asta, mentre per le regole canoniche ed i punteggi di giornata resta come riferimento di base «La Gazzetta dello Sport»).

Diventa, pertanto, fondamentale la corretta scelta dei giocatori, seguendo un criterio logico che parta dai portieri e finisca agli attaccanti, senza nel contempo far capire agli avversari la propria strategia, onde evitare che questi possano immaginare in anticipo i giocatori che vi interessano e possano mettere in atto manovre ostruzionistiche tese a far alzare il prezzo.

Per effettuare una buona asta bisogna innanzitutto esaminare attentamente le probabili formazioni di tutte le squadre di serie A e seguire costantemente i ritiri di tutti i team: questo per evitare, poi, di trovarsi con i giocatori contati durante la stagione o, peggio ancora, di non poter schierare una formazione completa di 11 giocatori in alcune giornate. Spesso, infatti, il fatto di avere tanti bonus potrebbe essere vanificato dall’inferiorità numerica della propria squadra.

È doveroso stabilire budget massimi di spesa per tutti i ruoli, evitando di effettuare spese folli per i reparti arretrati e non avere risorse sufficienti per acquistare i migliori attaccanti, ovvero coloro che, quasi sempre, decidono le sorti del torneo. Se nella vostra fantaleague effettuate poche aste di riparazione durante la stagione (spesso una sola a fine gennaio) è consigliabile puntare al massimo su una sorpresa per reparto, affidandosi per il resto a titolari certi o a coppie di giocatori della stessa squadra: esemplificativamente sarà preferibile prendere più nomi non altisonanti, ma titolari certi, come Dainelli, piuttosto che un giocatore proveniente dall’estero, ma di cui non si conosce l’adattabilità al nostro campionato e l’utilizzo che potrà trovare nella nuova squadra. Sarà altresì meglio optare per una coppia di giocatori dello stesso ruolo e della stessa squadra, ad esempio Abate e De Sciglio, per far si che la domenica si sia sicuri di poterne schierare almeno uno.

Un’ultima accortezza, spesso trascurata da molti fantallenatori, è quella di esaminare attentamente il calendario, per evitare di acquistare troppi calciatori di squadre che giocano spesso contemporaneamente in casa e in trasferta, ma, soprattutto, di imbottire il proprio team di atleti appartenenti a società che nel girone di ritorno tradizionalmente sono senza obiettivi perché raggiungono molto in fretta quello che è il target stagionale: per tutti, come solitamente accaduto nelle ultime stagioni, il Chievo Verona.

Antonio Marinella

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews