Cina Birmania. Cade bomba sul confine e Pechino fa incursione

cina birmania

Ribelli in fuga dalla regione di Kokang (Cronacheinternazionali.it)

Naypiydaw (Birmania, ufficialmente Myanmar) – La Cina ha inviato aerei da combattimento sul confine con Myanmar e presentato una protesta diplomatica ufficiale dopo che dal paese confinante, un aereo da guerra aveva perduto una bomba caduta su un campo di canna da zucchero nei pressi di Lincang, nella provincia di Yunnan, lungo il confine con Myanmar. La bomba è esplosa mietendo 4 vittime. Ciò è quanto spiegano i rapporti ufficiali riportati da Bbc News.

CINA BIRMANIA, VICINE E LONTANE – Si irrigidiscono ulteriormente i rapporti tra Cina e Birmania e il caso della bomba perduta è ancora tutto da chiarire. Myanmar sta combattendo i ribelli nella regione di Kokang, sempre sul confine cinese, ma un funzionario del governo birmano del presidente Thein Sein, nega che il territorio cinese sia stato bombardato dai birmani. Piuttosto, rivela la fonte rimbalzata dalla Reuters, potrebbero essere stati i ribelli a lanciare l’ordigno: «E’ possibile che coloro che lottano contro di noi abbiano appositamente congeniato questi attacchi con l’intento di causare incomprensioni tra Cina e noi», ha spiegato il funzionario.

Fin qui le ipotesi ufficiali. La Cina, però, pare crederci poco tanto più che di recente – racconta Bbc – il paese ha messo in guardia Myanmar perché le rappresaglie di Kokang, sempre più intense ed invasive, stanno innervosendo il governo cinese il quale ha dovuto anche prendere atto che la Cina è diventata meta di rifugiati: circa 30 mila sono in fuga dai combattimenti tra Birmania e ribelli Han cinesi.

LA CINA PASSA AL CONTRATTACCO – Così la Cina è passata al pattugliamento aereo del confine con Myanmar mentre il vice ministro degli Esteri, Liu Zhenmin, ha convocato urgentemente l’ambasciatore birmano Thit Linn Ohn a Pechino.

Gli scontri tra ribelli e il Myanmar nazionale si sono intensificati dallo scorso febbraio, ma il conflitto scaturisce dal ritorno del leader ribelle Phone Kya Shin la scorsa fine di anno, dopo un quinquennio di esilio in Cina.

Il governo birmano, dal canto suo, pare convinto che ad addestrare i ribelli siano ex soldati dell’esercito cinese e che la Cina stia stringendo legami solidi con i dissidenti birmani. Tutto ovviamente smentito dai diretti interessati, ma non sufficiente ad eliminare dalla Birmania l’idea di un complotto orchestrato dal vicino di casa.

Chantal Cresta

Foto || cronacheinternazionali.it; iljournal.today

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews