Cerreto Guidi, turista tedesca si siede su sedia del ’500 e la sfascia

Disastro nella villa medicea patrimonio dell'Unesco di Cerreto Guidi: una turista tedesca si siede su una sedia del '500 e la distrugge

cerreto-guidi-sedia-turista-tedesca

Uno degli interni della villa medicea di Cerreto Guidi (montalbano.toscana.it)

Ha ignorato i cartelli di divieto, si è seduta su un’antica sedia del ’500 alla villa medicea di Cerreto Guidi (Firenze) e l’ha sentita distruggersi sotto il suo peso, seppur esiguo: una turista tedesca è stata denunciata per danneggiamento di un sgabello antico esposto nei locali della residenza nobiliare situata nel centro di Cerreto Guidi, edificio appartenente all’elenco dei beni patrimonio dell’umanità compilato dell’Unesco sito in provincia di Firenze, in via dei Ponti Medicei 7. È tra le poche ville medicee ad essere stabilmente aperte come museo, ospitando dal 2002 il Museo storico della caccia e del territorio.

DIVIETI IGNORATI - La turista, una donna tedesca 45enne, era in regolare visita alla villa e ha scelto il posto peggiore per riposarsi. Ignorando i cartelli di divieto che proibivano tassativamente di appoggiarsi agli oggetti esposti, la donna si è ugualmente seduta. Pur non essendo particolarmente corpulenta, la turista ha distrutto la sedia, uno sgabello risalente al 1500 il cui valore storico non era stimato con esattezza.

Sul posto sono intervenuti carabinieri, chiamati dal personale di sorveglianza, che hanno denunciato la donna per il reato di danneggiamento al patrimonio archeologico, storico e artistico nazionale. La scena tragicomica ha ricordato a molti uno spezzone del film Dove vai in vacanza, nello specifico l’episodio Le vacanze intelligenti, con Alberto Sordi e Anna Longhi. La donna, durante una visita alla Biennale, stanca si siede su una sedia e viene scambia per un’opera d’arte, valutata 18 milioni.

LA VILLA DI CERRETO GUIDI - La villa medicea di Cerreto Guidi è un bene appartenente all’elenco dei patrimoni dell’umanità dell’Unesco. Ha al suo interno oggi collezioni eterogenee, di varia provenienza, che spaziano da un lapidario romano, uno romanico-gotico, dipinti dal Medioevo al Settecento (tra cui opere pregevoli di Guercino, Lavinia Fontana, ecc.), arredi e oggetti d’arte italiani e islamici. L’arredo attuale della villa è stato ricostituito seguendo per quanto possibile le descrizioni presenti negli inventari storici. Una parte degli arredi antichi (risalenti al Sei, Sette e Ottocento) proviene dai depositi della Soprintendenza fiorentina, mente un’altra parte fa parte di un lascito del 1844 dell’antiquario Antonio Conti, o di quello di Stefano Bardini(acquisto dello Stato del 1996). Sono stati esposti quattro arazzi con le Stagioni, che sebbene non originariamente a Cerreto, possono dare un’idea delle tappezzerie che un tempo decoravano la villa.

Il ritratto a figura intera di Isabella de’ Medici ricorda il luogo dove presumibilmente essa venne assassinata e fino al saccheggio compiuto durante la seconda guerra mondialesi conservava anche quello che era ritenuto il cappio usato per l’assassinio. Altri ritratti medicei sono quello di Cosimo I nell’abito dell’incoronazione, avvenuta il 5 marzo 1570 e quello di Don Francesco de’ Medici in corsaletto (1615 circa).

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Cerreto Guidi, turista tedesca si siede su sedia del ’500 e la sfascia

  1. avatar
    carolus 14/06/2014 a 19:35

    Qualche anno addietro, in un museo di Berlino, mia moglie ed io fummo “obbligati” a metterci ai piedi della “pattine” con cui seguire la guida nella visita dei locali. Su ogni sedia c’erano cartelli che diffidavano ecc.
    Hanno fatto bene i carabinieri ad individuare la “cafona” e spero le infliggano almeno il pagamento dei danni.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews