Caso Concordia: denunciò aborto ma non era a bordo

ROMA – La donna che aveva raccontato di aver abortito a causa del tragico naufragio della nave da crociera Costa Concordia, chiedendo per questo un risarcimento di un milione di euro (e dopo aver raccontato, istante dopo istante, l’intero accaduto) non era effettivamente a bordo.

Non si trovavano sulla nave, dunque, né lei né il compagno. La vicenda è stata segnalata dalla trasmissione televisiva Striscia la notizia, il cui servizio ha permesso di indagare e far luce sulla vicenda per verificare che si trattava di una vera e propria montatura.

L’identità dei presunti naufraghi, dunque, sarebbe fasulla. La Costa Crociere ha fatto sapere che che si rivolgerà alla magistratura per segnalare l’episodio e denunciare la coppia.

Per quanto riguarda, invece, alcuni aggiornamenti riguardo la nave, sembra rientrato l’allarme lanciato nei giorni scorsi, ovvero quello che prevedeva lo sgretolarsi degli scogli sui quali la nave è poggiata, caratteristica che, quindi, avrebbe rischiato di provocare il suo inabissamento.

Stando a quanto confermano alcuni video diffusi ieri da diversi quotidiani online, la Costa Concordia si starebbe ulteriormente ancorando al fondale marino.

Stefano Gallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews